Quale futuro per l’innovazione? Lettera aperta del Movimento Cinque Stelle

Movimento Cinque Stelle
Movimento Cinque Stelle
Movimento Cinque Stelle
Il Movimento 5 Stelle segnala ritardi ed anomalie nell’attuazione di azioni concrete nel settore regionale del Turismo, un settore industriale strategico dove siamo da tempo in attesa di risposte. Il turismo, insieme alla cultura e ad un sistema integrato di mobilità, potrebbero trasformarsi infatti in un volano di sviluppo dell’intera Regione e di Perugia e rispondere, almeno in parte, ad una crisi occupazionale senza precedenti.

E’ quasi a fine legislatura l’Assessore regionale Fabrizio Bracco (compenso annuo 142.800 € ) con delega al Turismo, ma ancora non si vedono novità nel rifacimento del portale WEB turistico. Risale al lontano anno 2000 l’ultimo portale web di promozione del territorio e dei prodotti turistici della Regione Umbria, fatto dall’allora neonata WEBRED Spa e costato svariati miliardi di lire, cifra già allora ritenuta spropositata per un portale WEB regionale.

Il vecchio portale del turismo (http://www.turismo.regione.umbria.it) ha 14 anni, tempistica geologica nel settore dell’informatica applicata al WEB, e non si vede traccia di novità. Sono circa quattro anni che la dirigente al turismo Antonella Tiranti (retribuzione annua 98.504€) , sotto il coordinatore Ciro Becchetti (retribuzione annua 126.636€), dovrebbe aver lavorato a tale progetto e visto che tra un anno, termina il mandato dell’Assessore Fabrizio Bracco, il Movimento 5 Stelle si domanda se gli obiettivi sono stati raggiunti visto che gli stipendi sono arrivati regolarmente. E i piani programmatici tanto sbandierati con fondi a pioggia sui Consorzi TAC, Turismo Ambiente e Cultura hanno prodotto risultati?

Tramite la controllata Sviluppumbria diretta da Mauro Agostini (compenso annuo 162.121 € ), la Regione Umbria, ha affidato alcuni portali minori, di promozione turistica come il “Bike in Umbria” e “La Via di Francesco”, ad aziende delle Marche con affidamento diretto, nonostante fossero stati da poco rifatti. Ma se Sviluppumbra ha tra le sue finalità statutarie lo sviluppo dell’economia umbra, perché affida direttamente lavori fuori dall’Umbria nonostante ci siano competenze sul territorio? E’ stata fatta un’indagine di mercato sul territorio? Che risultati hanno portato?

A Febbraio 2014, con l’occasione della BIT, Borsa Internazionale del Turismo di Milano, la Regione Umbria presenta ben 40 App, applicazioni per smartphone , dedicate al turismo e cultura, “ E altre in arrivo. Nessuna amministrazione pubblica italiana e europea è riuscita a fare meglio.” cita il testo dell’autorevole rivista WIRED.it. Con quali fondi sono state realizzate se non ci sono bandi per tale fine? Visto che i titoli delle App sono riferiti ad eventi riconducibili a Fondazioni e Società con fondi autonomi come Umbria Jazz, Festival dei due mondi di Speleto ecc. perché sono nel catalogo della Regione Umbria ? A quali risultati hanno portato?

Il Movimento 5 Stelle di Perugia, inizia una campagna di sensibilizzazione dei dirigenti della Pubblica Amministrazione locale con quesiti di rilievo e con attività di controllo. Anche la Regione Umbria sarà l’obiettivo del Movimento Cinque Stelle per le elezioni 2015: saranno controllati gli obiettivi passati e si tracceranno quelli futuri. Senza mai prescindere dalla condivisione e partecipazione con i cittadini. #vinciamonoi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*