PROGETTO DEMOCRATICO, CATERINA BIZZARRI CHIEDE UNA RIFLESSIONE SU ALLEANZA CON IL CENTROSINISTRA

Caterina Bizzarri
Caterina Bizzarri
Caterina Bizzarri

(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Fasi calde e quasi convulse nell’area di centrosinistra a Castiglione del Lago. A meno di tre settimane dalle primarie di coalizione per stabilire chi sarà il candidato a sindaco il prossimo 25 maggio, c’è aria di tempesta all’interno di Progetto Democratico, la lista civica che ebbe grandi consensi trasversali alle elezioni comunali del 2009. Caterina Bizzarri, una delle fondatrici e principali animatrici, ha preso carta e penna e ha inviato una dura lettera ai vertici dell’omonima associazione politico-culturale, manifestando il suo netto dissenso sulla gestione delle trattative politiche con i partiti che comporranno il centrosinistra castiglionese. «L’annuncio di Progetto Democratico di voler correre da solo, fuori dalla coalizione, è un atto politicamente grave perché dimostra scarsissimo rispetto per chi in questi anni si è speso per una attenta e seria riflessione rispetto alla ricostruzione del centrosinistra castiglionese, fondata su un solido e condiviso programma elettorale; inoltre delude le aspettative di chi in questi anni si è attivato per animare un rinnovamento della politica e della scelte relative alle esigenze della comunità castiglionese. Se non bastasse, questa scelta tradisce le istanze discusse in più occasioni, sia tra dirigenti che in assemblee allargate dell’associazione in merito alla volontà di dialogare al tavolo della coalizione sui contenuti programmatici in maniera chiara a trasparente, fuori da “caminetti politici”. Lo stato di crisi che grava sulle famiglie e sulle imprese esige un profondo atto di responsabilità, di coraggio e la determinazione necessaria per incidere significativamente sulle scelte di governo della città».

«Sarebbe stato opportuno quindi – conclude la Bizzarri, componente del direttivo di Progetto Democratico – fare prima una profonda riflessione e ricordare le motivazioni che avevano portato nel 2009 una parte del PD a creare una coalizione di centrosinistra in alternativa al proprio partito. In democrazia chi vuole veramente dialogare non si limita a declinare la volontà di farlo ma opera concretamente per il confronto sui tavoli politici a partire dai contenuti e dalle proposte, senza porre pregiudiziali, ma sforzandosi di trovare sintesi avanzate. Limitarsi a declamare il confronto ponendo come unico presupposto l’azzeramento delle attuali candidature è una pratica che poco ha a che vedere con la politica, soprattutto con la tradizione politica della sinistra e delle coalizioni progressiste. Il tavolo politico della coalizione ha comunque confermato e ribadito l’apertura al confronto questa strada va perseguita e valorizzata, per il bene di Castiglione del Lago».

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento su PROGETTO DEMOCRATICO, CATERINA BIZZARRI CHIEDE UNA RIFLESSIONE SU ALLEANZA CON IL CENTROSINISTRA

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*