PRIMARIE PD, A PERUGIA BOCCALI VINCE CON IL 61,1%

PRIMARIE PD 2 MARZO (4)-2PERUGIA – Ore 20 chiusura dei seggi per le primarie del Pd. Comincia subito la conta a Perugia e negli altri 5 comuni umbri. A Perugia, Spello, Città della Pieve, Castiglione del Lago, Paciano e Piegaro si vota per scegliere il candidato a sindaco. Un voto interno al Pd, ad eccezione di Castiglione del Lago.

I votanti a Perugia avrebbero superato quota 8mila; una affluenza molto alta dato che ci si aspettava un popolo delle primarie sui 6.500. Alta l’affluenza ovunque: a Castiglione del lago oltre duemila votanti, alle ore 20 hanno votato 2.293 elettori. Alle primarie dell’8 dicembre avevano votato in 1.917 con un incremento del 19,6%. Piegaro 1.217, Spello circa 1.300, a Città della Pieve 1.766 (Moiano 438, centro 936, Ponticelli 196, Po’ Bandino 196).

Risultato definitivo a Perugia: Nel capoluogo regionale, la sfida è tra il sindaco uscente Wladimiro Boccali e l’ex senatrice Anna Rita Fioroni. 7.348 votanti, Boccali 4.464 (61,1%), Fioroni 2.839 (38,9%) 23 bianche, 22 nulle. I votanti totali sono stati 7348 e 7303 i voti validi. Significativo il consenso per Boccali in moltissimi seggi: a Pila 163 voti per il sindaco, mentre la Fioroni si ferma a 51; a Ponte San Giovanni 264 preferenze per Boccali, 161 per la Fioroni; a Ponte Valleceppi 141 a Boccali, 33 alla Fioroni. Al seggio di Ponte Felcino, 118 voti per Boccali, 119 per Fioroni. Fontignano: 60 Boccali, 52 Fioroni. Balanzano: 52 Fioroni, 47 Boccali.  Sant’Egidio: 105 Boccali, 51 Fioroni. Pretola: Fioroni 25, Boccali 79.  Villa Pitignano. Boccali 204, Fioroni 45. Mugnano: Boccali 60, Fioroni 14. Resina: 75 Boccali, 55 Fioroni. San Sisto: 144 Boccali, 83 Fioroni. Casa del Diavolo: 155 Boccali, 125 Fioroni.  Ferro di Cavallo: 161 Boccali, 140 Fioroni. Castel del Piano: 232 Boccali, 51 Fioroni. Via del Lavoro: Boccali 144, Fioroni 216. Santa Sabina: Boccali 85, Fioroni 51. San Martino in Campo: Boccali 131, Fioroni 55. Centro: 187 Boccali, 180 Fioroni. Collestrada: 46 Boccali, 64 Fioroni. Parlesca: Boccali 166, Fioroni 93. Monteluce: Boccali 198 Boccali, 139 Fioroni.  Montebello: Boccali 80, Fioroni 131. San Marco: Boccali 328, Fioroni 180. Colombella: Boccali 111, Fioroni 69. Madonna Alta: Boccali 282, Fioroni 214.

Risultato definitivo a Castiglione del Lago: La sfida a tre vede fronteggiarsi il sindaco uscente Sergio Batino, l’assessore renziano Matteo Burico e Oscar Monaco di Rifondazione comunista.  Sergio Batino (PD), sindaco in carica, ha vinto le primarie del centrosinistra di Castiglione del Lago. Batino ha ottenuto 1.391 voti, Matteo Burico (PD) ex assessore ai lavori pubblici ha conseguito 743 voti mentre Oscar Monaco (Rifondazione Comunista) si è fermato a 141. Batino ha dominato soprattutto nelle frazioni dove ha preso oltre il doppio delle preferenze rispetto a Burico. Nel seggio del capoluogo maggior equilibrio con 433 per Batino e 329 per Burico.

Risultato definitivo a Piegaro: Sfida a due tra l’assessore uscente Miriana Mirabassi e Roberto Ferricelli.  Ferricelli 718, Marabissi 466

Risultato definitivo a Paciano: Con 163 preferenze Riccardo Bardelli vince le primarie a Paciano. Lo sfidante Fausto Santiccioli si ferma a 85. I votanti totali sono stati 255, le schede nulle 7.

Risultato definitivo Città della Pieve. Scricciolo vince con 793 voti, battendo il sindaco uscente Manganello che si ferma a 731. Galletti 186 voti

Risultato definitivo a Spello: A Spello vince le primarie Moreno Landrini con 811 voti corrispondenti al 44,05%. Seguono Enzo Fastellini con 585 voti corrispondente al 31,8%, Vittorio Ciancaleoni con 235 voti corrispondente al 12,76 e infine Irene Falcinelli con 184 voti con 10%. La coalizione di centrosinistra schiererà pertanto come candidato alle Amministrative 2014 Moreno Landrini, attuale assessore ai lavori pubblici. Il risultato è suffragato dalla presenza di ben 1916 votanti corrispondente al 30% del totale dei votanti di Spello. Ampia soddisfazione esprime il PD per la grande partecipazione cittadina. Il raffronto più significativo è con le primarie di dicembre 2013, per la scelta di Renzi segretario nazionale, quando furono 786 gli spellani che andarono a votare (ovvero circa il 250% in più).

“E’ una grande dimostrazione di senso civico e di condivisione rispetto alle scelte strategiche della nostra coalizione – afferma il segretario Antonio Luna – E’ come se alla primarie nazionali andassero a votare 18 milioni di italiani. Grazie Spello e congratulazioni da tutto il PD e dalla coalizione al nostro candidato ”.

Comprensibile soddisfazione esprime anche Moreno Landrini, nuovo candidato del centrosinistra di Spello.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*