Presidente Marini nomina assessori: “Deleghe coerenti con priorità di crescita e innovazione dell’umbria”

Centrale unica acquisti per regioni Marche, Toscana e Umbria
Catiuscia Marini

“Ho nominato la nuova Giunta regionale affidando ai cinque membri delle deleghe coerenti con la strategia programmatica e le priorità che avremo di fronte a noi in questa legislatura, il cui obiettivo principale è quello della crescita e dell’innovazione della nostra regione”. E’ quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, che ha firmato questa mattina i decreti di nomina del nuovo esecutivo regionale, sottolineando come ciò sia avvenuto “a soli nove giorni dalla proclamazione degli eletti e come seconda tra le sette regioni che sono andate al voto lo scorso 31 maggio”. La presidente ha anche sottolineato la particolarità della data di nomina della nuova Giunta regionale, il 20 giugno, doppia ricorrenza di liberazione della città di Perugia, nel 1859 dal dominio Pontificio, e nel 1944 dall’occupazione nazifascista.

“Il principio che mi ha ispirato nella scelta dei nuovi assessori – ha affermato Marini – è stato quello che richiede alla politica di riassumere su di sé le funzioni di scelta e di coordinamento delle azioni di governo. Questo esecutivo segna anche il superamento di una modalità di concertazione con il resto delle autorità locali di governo, le forze sociali ed economiche. Vorremmo, infatti, avviare una modalità innovativa ed originale nel confronto con il corpo della società regionale, seguendo modalità che siano più coerenti con la necessità di assumersi la responsabilità delle scelte delle azioni programmatiche, ed anche della verifica del raggiungimento degli obiettivi”.

La presidente ha inoltre informato che nei prossimi giorni – presumibilmente il 29 giugno – si svolgerà la prima riunione di insediamento della Giunta regionale. Infine, prima di augurare buon lavoro ai nuovi membri della Giunta regionale la presidente Marini ha voluto rinvolgere un saluto ed un ringraziamento ai componenti del vecchio esecutivo, Fabrizio Bracco, Carla Casciari, Vincenzo Riommi, Silvano Rometti, Stefano Vinti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*