Primi d'Italia

Ponte San Giovanni, apre alla circolazione il nuovo sottopasso

Su Ponte San Giovanni stanno partendo, anche lì, importanti risanamenti stradali

Foto di Andrea Budelli

Ponte San Giovanni, apre alla circolazione il nuovo sottopasso

da Francesco Calabrese
PERUGIA – Oggi a Ponte San Giovanni apre alla circolazione delle auto il nuovo sottopasso che collega Via Volumnia con la nuova rotatoria realizzata nella intersezione con Via Assisana, strada dei Loggi, Via Adriatica. Le foto danno una prima idea dell’importanza di lavori molto impegnativi e complessi, D.L. Riccardo Costantini, il giovane Ingegnere che li ha saputi condurre con straordinarie qualità professionali ed umane.

Lo sanno bene i residenti e le attività economiche dell’area che hanno sempre trovato un saldo e affidabile riferimento nel procedere di un cantiere inevitabilmente impattante nel corso delle sue lavorazioni. Il grazie di cuore a Riccardo Costantini, una delle nuove leve del Comune di Perugia che rassicurano sulle solide prospettive della nostra area tecnica, è la migliore sintesi di un appalto esemplare in tutto.

Sempre bravo l’Ing. Leonardo Naldini che ha saputo dirigere, ancora una volta, da par suo le tante complessità che si sono presentate, ancora con gli ultimi interventi realizzati mediante l’escussione della fideiussione che garantiva i completamenti non realizzati dalla società finita in procedura concorsuale.
Bravi e grazie al consorzio di imprese locali che hanno lavorato bene, senza intoppi, in alcuni casi addirittura anticipando i tempi previsti dall’appalto.
Protagonisti assoluti i cittadini e le attività economiche dell’area per la pazienza e collaborazione con la quale hanno accompagnato lo sviluppo di un cantiere che di disagi ne ha necessariamente arrecati.

Ricordo quella complicatissima fase durante la quale dovemmo chiudere per quasi tre mesi l’accesso a Ponte San Giovanni da Via Assisana, con inevitabili tensioni che, nel costante dialogo, si sono stemperate e risolte al meglio. Una pazienza e collaborazione dei ponteggiani esemplare per tutti i perugini, per la capacità di visione che ha saputo apprezzare l’importanza di questi lavori. Li ricordo: rotatoria, sottopasso e nuove connessioni che fluidificano la circolazione, migliorando anche la qualità dell’aria, con la finale visione di un’area che eleva tutte le sue qualità. Con rinnovate funzionalità, tra le quali spicca anche il nuovo percorso ciclo-pedonale.

Sono rimaste alcune lavorazioni di contorno per completare la connessione su Via Adriatica, nel giro di un paio di settimane i lavori saranno definitivamente ultimati. Sono opere che meritano di essere raccontate bene ed anche un minimo festeggiate, l’occasione sarà la prossima collocazione sulla rotatoria di una preziosa opera, di ispirato riferimento etrusco (lì accanto sappiamo che c’è l’Ipogeo dei Volumni), del Maestro Arzilli. Su Ponte San Giovanni stanno partendo, anche lì, importanti risanamenti stradali e adesso bisogna accelerare sul nuovo centro civico, ormai ci siamo, che costituirà una rilevantissima occasione di riqualificazione di questa decisiva parte della nostra Perugia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*