Sinistra PD, l’Assemblea regionale, costruire progetto alternativo

Solinas: "Ora occorre capire quanta possibilità abbiamo di cambiare, in meglio, questo partito"

Sinistra PD, l'Assemblea regionale, costruire progetto alternativo

Sinistra PD, l’Assemblea regionale, costruire progetto alternativo. La Sinistra del Pd prova a costruire un progetto alternativo. E lo ha fatto da Ponte San Giovanni, dove si è riunita in assemblea regionale. Continuando così, il partito di riferimento del centrosinistra perderà il legame con la sua base e, dunque, la propria identità. Un progetto che metta insieme le diverse anime di sinistra che non si ritrova nel segretario-premier Matteo Renzi.

Occorre provare a riportare il partito più a sinistra. Costruire qualcosa di nuovo, nei nomi e nei temi. Serve un leader che abbia appeal mediatico, ma che poi non agisca come un uomo solo al comando. Lo ha detto a Perugia Sergio Lo Giudice; lo pensano Roberto Speranza e Gianni Cuperlo, ieri a Roma per il voto sul reddito di inclusione. Tutti si incontreranno il 25 luglio con Enrico Rossi.

La ‘piattaforma’ sulla quale far decollare il nuovo Pd, praticamente, è pronta: lavoro, redditi, salari, ambiente, sociale, innovazione, ricerca. In Umbria la Sinistra vede un Pd che perde consensi. Anche qui c’è da preparare l’alternativa.

Fondata su valori e ideali, ma anche sui numeri, come spiega il consigliere regionale Attilio Solinas: “Il messaggio che è arrivato da questa Assemblea è molto positivo, ora occorre capire quanta possibilità abbiamo di cambiare, in meglio, questo partito”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*