PERUGIA, SEL ALL’ATTACCO

sel-altadi Luciana Carlini (umbriajournal.com) PERUGIA – Il neocostituito Circolo di Sel Perugia Area Nord, intende proseguire  nell’attività di denuncia delle criticità che attraversano il proprio territorio, dopo le iniziative che hanno portato al centro del dibattito cittadino la questione del ritardo nelle consegna degli alloggi popolari di Villa Pitignano e quella delle condizioni di degrado del Percorso Verde lungo il fiume Tevere. L’avere evidenziato questi problemi, evidentemente di grande interesse, ne ha fatto si che molti Amministratori si siano sentiti chiamati in causa direttamente tanto da esporsi sin da subito sugli organi di stampa, con un attivismo sinora sconosciuto, promettendo risorse ed impegni sul cui mantenimento saremo pronti a vigilare.

 

Preso atto di ciò, comunichiamo che il nostro Circolo sarà presente il giorno 07 luglio 2013 presso Piazza Guelpa di Ponte Felcino a manifestare la condizione di intollerabile abbandono in cui versa lo spazio, il cui degrado si protrae da anni nel silenzio delle Istituzioni e della Cittadinanza, tanto che ormai la stessa si presenta ormai svuotata dei significati che le erano propri si dall’origine. Infatti, lo spazio era destinato all’utilizzo ludico con campi da calcetto e da Basket, nonché  culturale, con un magnifico palco a disposizione della cittadinanza. L’area inoltre dotata di un parco giochi per i bambini, che oggi si presentano divelti ed inutilizzabili, persino pericolosi per la salute dei fruitori.

Alla luce di ciò il circolo si impegna  affinché  l’area venga riqualificata coerentemente alle finalità che le erano  destinate, rimuovendo gli ostacoli che oggi rendono impossibile tale  utilizzo.

Pensiamo  infatti che l’educazione al senso civico non possa prescindere dalla bellezza dei luoghi in cui la vita sociale degli individui si manifesta quotidianamente.

Riteniamo, quindi, che il quartiere su cui sorge la Piazza presenti oggi più che mai visto anche l’aumento  demografico riscontrato negli  ultimi anni, la necessità di un luogo  che favorisca l’incontro e la socializzazione, soprattutto dei più giovani, e che questo possa esprimersi  in un contesto di cura e decoro degli spazi pubblici.

Il Circolo segnala che questa attenzione verrà prestata a tutte le situazioni analoghe  presenti nelle frazioni  della zona Nord di Perugia, la cui qualità della vita si ritiene passi in primo luogo  nel potenziamento degli  spazi di possibile socialità ed aggregazione, vero antidoto alla crisi dei rapporti ed  all’individualismo dilagante, nonché all’avanzata della microcriminalità e delle tossicodipendenze.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*