PERUGIA, RIFONDAZIONE COMUNISTA, ELETTA LA NUOVA SEGRETERIA PROVINCIALE

Rifondazione Comunista
Rifondazione Comunista
Rifondazione Comunista

(umbriajournal.com) PERUGIA – Il Comitato Politico Federale di Rifondazione comunista di Perugia ha eletto, su proposta del segretario provinciale Flamini, il Presidente dell’assemblea e la nuova segreteria provinciale. Sono stati eletti nella segreteria che dovrà coadiuvare il segretario provinciale Enrico Flamini, con un solo voto di astensione, Sanni Mezzasoma, come nuovo Presidente del Comitato Politico Federale, Andrea Caprini, Maura Coltorti, Alice Fagotti, Domenico Garofoli, Marta Melelli e Oscar Monaco. Completa la segreteria Amedeo Babusci, già eletto tesoriere provinciale al termine del congresso provinciale di novembre. Invitato permanente sarà il Coordinatore Provinciale dei Giovani Comunisti di Perugia Andrea Ferroni. Il Comitato Politico Federale ha inoltre demandato alla Segreteria il compito di individuare responsabilità interne ed esterne alla segreteria per costruire un luogo permanente di proposta politica per la conferenza di programma prevista entro il mese di febbraio in vista delle elezioni amministrative ed europee.

 

Il  segretario provinciale Enrico Flamini ha dichiarato: “Ringrazio ancora una volta le compagne e i compagni del Comitato Politico Federale per l’ampiezza del consenso accordato alla proposta che ho avanzato sulla segreteria provinciale. Si tratta di un gruppo dirigente in continuità con il lavoro politico svolto negli ultimi cinque anni, lavoro che ha prodotto importanti risultati sul piano del radicamento territoriale e sociale e su quello elettorale. L’elemento che risalta è la grande capacità di rinnovamento messa in campo da Rifondazione comunista con una forte presenza di giovani comunisti. La sfida del  gruppo dirigente, insieme a tutto il corpo militante del partito e dei circoli, è quella di costruire una nuova unità a sinistra, politica e sociale, in grado di costruire una chiara caratterizzazione programmatica del nostro partito rispetto alle proposte da avanzare per l’uscita dalla crisi che attraversa i nostri territori. In questo senso lavoreremo anche per rafforzare la proposta di lista unitaria a sostegno di Tsipras per le elezioni europee e dei processi politici che sui territori favoriscano questa proposta di ricomposizione della sinistra”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*