Perugia, Realtà Popolare sul degrado degli spazi verdi organizzati

da Giampiero Tamburi (Presidente Comunale, Realtà Popolare)
(Realtà Popolare – Comitato Comunale PG)
In questi giorni…
…politicamente, si parla molto del degrado dei nostri spazi verdi organizzati e, non c’è che dire che sono molto bravi i signori del PD e dell’opposizione comunale ad interessarsi delle sorti del nostro verde pubblico, peccato che arrivano con il treno del giorno dopo e, per giunta, con delle intenzioni e degli scopi squisitamente politici che ai cittadini, in generale, interessano molto poco. I problemi che abbiamo, ad disopra delle fazioni politiche, sono reali; sono vissuti quotidianamente, sulla testa delle nostre famiglie ed oltre che ad essere reali sono anche di una pericolosità da non sottovalutare, considerando i nostri parchi come terra di spaccio, di prostituzione ed, in generale, come luoghi privilegiati dalla più abbietta delinquenza. Non possiamo accettare che tutto venga visto solo in funzione di contrastare gli avversari politici, evidenziando le altrui contraddizioni, solo per emergere come gruppi politici, utilizzando e strumentalizzando, per questi scopi, la pelle di tutti, senza che alla fine non si concluda nulla al di fuori di fare una bella litigata in Consiglio Comunale ed uscire indignati senza aver concluso un “h”. Si diceva arrivati con il treno del giorno dopo perché? Semplice! Perché non è da ora che noi di Realtà Popolare e chi ha veramente a cuore questo problema, visto solo sotto l’aspetto puramente sociale, ci danniamo l’anima a denunciarlo quasi quotidianamente. Però oltre che denunciare ci curiamo anche di fare delle proposte concrete per cercare di risolverli. Proposte valutate e fatte con un piede nella realtà, purtroppo precaria, della situazione finanziaria delle casse pubbliche. D’altro canto, non ci sembra che questi siano gli obbiettivi della minoranza di Palazzo dei Priori, intenti solo a denunciare, senza fare proposte concrete ed accettabili, perlomeno fino ad ora. Tanto è vero che noi di RP, già da tempo, abbiamo prospettato la proposta di un “PUBLIC GREEN BONUS” rivolto a tutti i soggetti economici della nostra città (industriali, artigiani e quant’altro) che, volendo intervenire economicamente per contribuire alla ristrutturazione degli impianti di dette aree verdi, possano, nei termini consentiti dalla Legge, recuperare, attraverso le tasse dovute al Comune, le somme in percentuale adeguata a quello che hanno impiegato. È indubbio che una soluzione adeguata a risolvere questo importante problema deve essere trovata ma, eziandio, ma facciamo in modo che, se la politica ci deve entrare, ci entri con il piede giusto e, per piede giusto si intende che faccia gli interessi dei cittadini in quanto tali e non per soddisfare le esigenze dei vari partiti interessati alla disputa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*