Perugia non è solo centro storico, Gruppo PD: “Più sicurezza nelle periferie”

Donna di 50 anni rapinata e ferita a Perugia

Perugia non è solo centro storico: più sicurezza nelle periferie.

– circa la sussistenza del seguente fatto:

dal Gruppo Partito Democratico – Nelle ultime settimane la periferia perugina è stata teatro di numerosi episodi criminosi, segno evidente che è necessario intraprendere misure urgenti per rendere vivibili anche quei territori del perugino che non fanno parte del centro storico, ma che meritano una maggiore attenzione. I residenti della zona nord di Perugia, in modo particolare, si sentono sempre più insicuri: del resto, gli ultimi episodi accaduti ne sono la dimostrazione tangibile.

Furti come quello avvenuto nella sede di una associazione di volontariato a Ponte Felcino, o come quelli, solo tentati, presso la sede dell’istituto comprensivo scolastico di Ponte Pattoli o della stazione di Ponte San Giovanni, sono la spia che l’Amministrazione deve pensare a strategie anche per le periferie, che non possono essere abbandonate a loro stesse e dimenticate.

La sensazione di insicurezza percepita dai cittadini è giunta a livelli insostenibili, e sono molte le richieste di aiuto e di attenzione lanciate anche attraverso la stampa locale e i social network. I residenti della zona nord, in particolare, sono già da diverso tempo costretti, per raggiungere il centro città, a sopportare i diversi cantieri aperti o addirittura fermi e senza programmazione certa: l’Amministrazione comunale non può ignorare le loro richieste di aiuto.

– circa la verità del seguente fatto:

Le “Linee programmatiche di mandato 2014-2019” del Sindaco Romizi prevedono al punto n.3 “Benvenuti nella Perugia sicura e serena” che il Comune debba garantire “la sicurezza come bene primario per i suoi cittadini”; inoltre “il diffondersi di atti di vandalismo e microcriminalità impongono l’adozione di un’urgentissima terapia d’urto su vari fronti”.

Data la preoccupante escalation di episodi di criminalità degli ultimi tempi, è fondamentale che il Comune passi all’azione tutelando i residenti della periferia cittadina, ponendo l’attenzione sui punti più sensibili del quartiere: luoghi di ritrovo, attività commerciali, parchi, in modo particolare in prossimità delle numerose scuole presenti.

È importante rispondere alla necessità ed al diritto da parte dei nostri concittadini di vedere e sentire la presenza costante della nostra polizia municipale vicino alle loro case, alle loro attività e sulle strade dei quartieri, magari incrementando la presenza ed i turni di pattugliamento dei vigili urbani in queste zone.

Tali esigenze, peraltro, proseguono nella direzione intrapresa nella passata campagna elettorale, allorchè tutte le forze politiche sottolinearono l’esigenza di porre l’attenzione su una problematica così complessa e rilevante, concordando sulla necessità di attivare nei confronti della cittadinanza ogni forma di intervento atta a tutelarne la sicurezza.

– circa i motivi e gli intendimenti  della seguente attività del Sindaco/della Giunta:

Quali sono le azioni intraprese e che si intendono intraprendere, anche all’interno del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, al fine di garantire la tutela degli abitanti della periferia perugina, considerato l’aumento esponenziale soprattutto negli ultimi tempi, di fatti criminosi (furti in abitazioni private, rapine ai danni di attività commerciali, spaccio di sostanze stupefacenti, per portare qualche esempio), che stanno pregiudicando la tranquillità e la sicurezza dei cittadini, sia nella vita privata che nell’esercizio delle proprie attività imprenditoriali, spesso in quartieri in espansione e sempre più multietnici.

Perugia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*