Perugia, insediato il consiglio comunale studentesco

Composto da ben 42 ragazzi eletti nei vari istituti comprensivi

Perugia, insediato il consiglio comunale studentesco

Perugia, insediato il consiglio comunale studentesco

PERUGIA – In una sala del consiglio comunale gremita, si è insediato questa mattina il consiglio comunale studentesco, composto da ben 42 ragazzi eletti nei vari istituti comprensivi della città, guidato dalla Presidente del consiglio Aurora Bini e dal Sindaco Gabriele Bove con il suo esecutivo, composto da 8 assessori.

Questa la squadra dell’Esecutivo con le deleghe assegnate dallo stesso neo Sindaco Bove:

Riccardo Casciari, Vice Sindaco e assessore all’Ambiente, Giuseppe Rondini assessore all’Urbanistica, Giulia Marcomigni alla Salute, Francesca Torrisi alla Sicurezza, Valerio Castellini alla Scuola, Alice Destriere assessore al Bilancio, Alessandro Vignaroli assessore alla Legalità, Giulio Rondolini allo Sport e Tempo Libero e, infine, ai Quartieri Lorenzo Brustenga. Direttore Generale è stato nominato Andrea Cacciamani.

Come in ogni consiglio vero, ad inizio seduta, si è provveduto a verificare l’esistenza del numero legale, quindi, alla presenza del Sindaco Andrea Romizi, del Presidente del consiglio comunale Varasano, dell’Assessore alle politiche per l’Infanzia e l’adolescenza Wagué si è dato il via ufficiale ai lavori del consiglio dei ragazzi.

“Il progetto della Città che noi vogliamo –ha spiegato in apertura Antonino Chifari, presidente dell’Associazione Green Heart, che ha ideato e promosso l’iniziativa- è riuscito a vincere lo scetticismo che di solito accompagna progetti del genere. E questo grazie all’impegno serio dei ragazzi, di cui sono molto orgoglioso, e al supporto dell’amministrazione comunale che ci ha creduto. E’ vero –ha proseguito Chifari- nelle scuole, a volte, succedono cose non positive, esempi di bullismo da condannare, ma dobbiamo dare visibilità anche alle cose positive che fanno i ragazzi, al loro impegno, perché anche così si superano i problemi. E noi adulti abbiamo il dovere di dare ai nostri ragazzi la possibilità di un futuro migliore.”

Chifari ha, quindi, invitato tutti i consiglieri a impegnarsi per fare di Perugia la capitale della legalità. Un grande apprezzamento per l’iniziativa e per la serietà dimostrata dai giovani consiglieri è venuta anche dal Presidente Varasano che, nel dare il benvenuto in quella che ha definito la “sala che ospita la massima assise della città di Perugia, ricca di storia e di passione politica” ha spiegato loro il funzionamento di un consiglio comunale e ha invitato i ragazzi a vedere la politica come impegno proprio di ciascun cittadino e non come un qualcosa di lontano da noi.

Concetto espresso anche dal Sindaco Romizi: “Noi abbiamo bisogno di voi, abbiamo bisogno che voi vi avviciniate alla politica con un approccio diverso, che deve essere quello di prendersi cura in prima persona della città, del patrimonio che ci è stato tramandato. Una buona politica parte non dalla volontà di prevaricazione –ha proseguito Romizi- ma, piuttosto, dalla condivisione e dalla volontà di costruire qualcosa insieme e, per questo, sono importanti anche le competenze e lo studio.”

Non è stato da meno il giovanissimo Sindaco dei ragazzi, che ha seguito il Primo cittadino nel suo discorso, definendo l’iniziativa in corso come “un’occasione preziosa per noi ragazzi di dare il nostro contributo per migliorare la vita della nostra bella città.”

“Con l’elezione del consiglio, lo scorso 31 marzo –ha detto ancora Gabriele Bove – abbiamo sperimentato la cittadinanza attiva, la democrazia e la trasparenza, i veri cardini della legalità. Molti ragazzi come noi considerano la politica qualcosa di negativo o di distante e invece noi abbiamo voluto accettare questa sfida che ci è stata proposta dall’associazione Green Heart e dal suo Presidente Chifari, che insieme ai nostri insegnanti e ai dirigenti, ci hanno fatto sentire davvero protagonisti del futuro.

Abbiamo un programma da realizzare –ha concluso – e grazie all’amministrazione comunale potremo dimostrare che anche alla nostra età è possibile sperimentare la buona politica, quella orientata alla ricerca del bene comune, attraverso il confronto e la condivisione.”

In conclusione, ha voluto ringraziare i neo consiglieri anche l’Assessore Wagué, che ha tenuto a sottolineare ancora una volta la serietà, la passione e il senso di solidarietà dimostrato da tutti i partecipanti. “Niente di tutto ciò è scontato –ha detto- così come l’amore per questa città, che ci deve muovere tutti quanti.” L’assessore ha anche tenuto a ringraziare i genitori e gli insegnanti senza il cui supporto il progetto non avrebbe potuto avere concretezza.

Da oggi, dunque, il sindaco e i vari assessori lavoreranno con il gruppo di consiglieri della propria scuola per dare concretezza al programma, che spazia dal verde alla salute e alle periferie, dalle scuole alla sicurezza e alla legalità, riunendosi poi periodicamente per decidere e quindi sottoporre le proprie proposte concrete all’amministrazione Romizi.

Intanto, è stato fissato per il 13 dicembre prossimo il primo Consiglio grande in cui il consiglio comunale scolastico si presenta a tutta la città di Perugia alla sala dei Notari alle ore 16,00.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*