Perugia, giunta schizofrenica sulle spese

La Parità di Genere tra il Dire e il Fare
Bilancio solido e in attivo per il Pd dell’Umbria

Giunta schizofrenica sulle spese: drammatizzano le difficoltà di bilancio, tagliano su tutti i servizi alla persona, aumentano le tasse al massimo, ma contemporaneamente arrivano due nuove consulenze in un solo mese.

Dopo la consulenza da 35 mila euro per la promozione turistica del Comune di Perugia, arriva una nuova consulenza esterna: questa volta da 37 mila euro per gli elaborati grafici per la rifunzionalizzazione del Mercato Coperto. Il progetto che già supera i 6 milioni di euro di costo, di cui 4,5 milioni di euro stanziati dalla Regione Umbria e il restante 1,5 dalla Fondazione Cassa di Risparmio.

E’ una Giunta che si contraddice continuamente: professa la spending review come principio base delle sue attività e allo stesso tempo attiva nuove consulenze esterne per attività che potrebbero benissimo essere svolte direttamente dagli uffici dell’ente che, con i suoi 1.200 dipendenti, ha nel suo organico le professionalità necessarie ad effettuare questi lavori.

Ad oggi soltanto queste due nuove consulenze attivate dalla Giunta Romizi superano i fondi stanziati per le attività scolastiche dei bambini, l’associazionismo sportivo, le realtà territoriali che adottano le aree verdi o le organizzazioni culturali. Solo per fare alcuni esempi.

E’ quindi inaccettabile che alcuni assessori continuino a ricorrere a consulenze esterne giustificandole con presunte incapacità dei dipendenti interni al Comune come dichiarate nelle delibere e sulla stampa.
Per questo valuteremo gli atti di questa nuova consulenza e se vi sono margini per attivare la Commissione Controllo e Garanzia come già fatto con la precedente: il progetto era stato annunciato a costo zero per il Comune proprio grazie al lavoro degli uffici, ora si cambiano le carte in tavola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*