PERUGIA, FRATTURA QUASI INCOLMABILE TRA DIRIGENTI REGIONALI E BASE DEL PD

PD
PD
PD

(umbriajournal.com) PERUGIA – Questa mattina, presso la sede del PD in piazza della Repubblica, i giovani del coordinamento regionale umbro per l’elezione di Giuseppe Civati a Segretario del Pd , nella conferenza stampa indetta all’ultimo minuto, hanno sfogato l’insostenibilità della condotta politica dell’area dirigente del partito del PD della provincia di Perugia volta al soffocamento , anzi, oscuramento, della linea programmatica per la campagna all’elezione del futuro segretario del partito.

A relazionare sulla unilaterale chiusura del Pd, nei confronti del coordinamento dei “giovani”, erano presenti : Vincenzo Falasca ( coordinamento di Foligno ) Rita Castellani ( coordinamento di Terni ) , Fabrizio Schettini ( portavoce del coordinamento) , Luigina Abbenante ( responsabile del coordinamento di Perugia ) . Questa la sintesi : i giovani del coordinamento auspicavano un confronto con i dirigenti del PD, non tanto sui nomi dei candidati, quanto sui punti programmatici della futura attività politica e a come saranno effettuate , nel PD , le scelte dei ruoli in merito al rinnovamento della classe dirigente.

” Ancora una volta si è giunti alla fase congressuale in totale disorganizzazione ed in completa assenza di documenti programmatici ” commenta il portavoce Schettini , ” segnale di un partito spesso autoreferenziale e chiuso in una contrattazione personalistica, in cui il confine tra ruoli politici e ruoli istituzionali restano opachi”. “Gli iscritti che, come noi, a livello nazionale si riconoscono nelle proposte di Giuseppe Civati – sottolineano i giovani del coordinamento del PD , ” hanno avuto la conferma che il Pd sta diventando un partito largamente impraticabile per chi è interessato a una partecipazione costruttiva e trasparente” .

Secondo Falasca i giovani del coordinamento di base vivono il sogno e il desiderio di trasformare il PD in un partito diverso, veramente europeo e di sinistra, che sia specchio degli obiettivi fondamentali quali : equità sociale ed economica, lavoro, trasparenza e meritocrazia. Esigenze e aspirazioni che, dopotutto, crediamo proprie di tutti gli elettori del Partito Democratico.” Secondo Luigina Abbenante, il Pd ha tradito per due volte gli elettori : con il precedente governo e con l’attuale di Letta , in entrambi la sinistra ha accettato di governare con la destra e questo non è piaciuto ai veri pidiessini di base.

Per questo motivo, il coordinamento, a causa della secca rottura unilaterale del direttivo al dialogo ( della serie : parliamo di poltrone ma non di progetti politici , ovvero , non vi prendiamo neanche in considerazione se ci ostacolerete) non intendono sostenere nessuno dei candidati espressi per le segreterie provinciali e invitano gli iscritti al partito ad un ampio confronto nei circoli ; luoghi di fertile confronto della base politica a cui parteciperanno nella speranza di contribuire a costruire un partito che sappia rinnovare e rafforzare la propria capacità di rappresentanza in tutti i livelli, aprendosi così all’ascolto delle istanze e dei bisogni provenienti dalle locali e cittadine collettività.

Come sottolineato da Rita Castellani , in fase di apertura della conferenza stampa, il Partito Democratico è un patrimonio di tutti gli elettori del centrosinistra. Per rafforzare e rendere memorabile il prossimo congresso, i coordinatori alla fine della conferenza, invitano tutti i simpatizzanti ad iscriversi e a partecipare da protagonisti, in tutti i livelli , dal locale al nazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*