Perugia, Consiglio comunale, con 19 voti favorevoli approvato il Dup

L’Assessore ha elencato gli elementi salienti del documento

Perugia, Consiglio comunale, con 19 voti favorevoli approvato il Dup

Perugia, Consiglio comunale, con 19 voti favorevoli approvato il Dup

PERUGIA – L’Assemblea ha approvato con 19 voti favorevoli e 10 contrari il DUP 2018/2020 e lo stato di attuazione dello stesso al 30 giugno scorso, già approvato dalla commissione lo scorso 25 agosto con 5 voti a favore dei consiglieri di maggioranza e tre contrari.

A riassumere gli  elementi salienti dell’atto è stata l’assessore al Bilancio Cristina Bertinelli. “E’ un documento propedeutico, per la definizione degli obiettivi e degli stanziamenti di bilancio -ha detto – Ricordo che anche il Collegio dei Revisori dei Conti ha dato il proprio parere favorevole, a condizione di riconsiderarlo in fase di aggiornamento del DUP stesso e di parere sul Bilancio di previsione 2018/2020, verificando in quella sede l’attendibilità contabile, la congruità e la coerenza del documento.”

L’Assessore ha quindi elencato gli elementi salienti del documento, ricordando che continuano i processi volti alla digitalizzazione e semplificazione amministrativa, al fine di completare il processo di miglioramento della struttura. Per la parte finanziaria, obiettivo è il completamento del sistema di sperimentazione contabile e la messa a punto del bilancio consolidato, così come la predisposizione di bilanci e rendiconti in formato semplificato in modo da poterli pubblicare sul portale dell’ente e e renderli fruibili per tutti i cittadini.

“Per il patrimonio – ha proseguito l’assessore- continua la dismissione dei beni non strumentali, mentre, nel frattempo, gli uffici sono impegnati nella predisposizione di un inventario analitico, digitalizzato, sia dei beni immobili che mobili dell’ente, un processo lungo e complesso, ma indispensabile per semplificarne la gestione e i controlli. Si sta anche procedendo alla razionalizzazione del patrimonio edilizio scolastico e al restauro dei beni artistici e storici della città, che necessitano di interventi, grazie sia all’Art Bonus che a finanziamenti da parte dello Stato. Anche nello sport si sta lavorando in maniera attenta alla sistemazione degli impianti.”

“Per quanto riguarda le riscossioni – sono ancora le parole di Bertinelli – gli uffici stanno lavorando attentamente per cercare di velocizzare ancora il sistema di riscossione, così come particolare attenzione è posta al recupero dell’evasione fiscale.” Proseguiranno quindi gli interventi previsti per il Turreno, per l’area di Fontivegge e per la ristrutturazione dell’ex convento Monteluce, così come per la Cittadella giudiziaria e per il Mercato coperto.

Particolare attenzione sarà posta alla sicurezza dei luoghi di lavoro e la salute dei lavoratori. Sull’ambiente si lavorerà alla riduzione del dissesto idrogeologico, alla riqualificazione di piste ciclabili e percorsi pedonali, all’individuazione di sistemi che migliorino la gestione dei rifiuti. Molta attenzione sarà posta anche ai progetti di sicurezza stradale, al piano strade e all’attuazione e miglioramento delle reti infrastrutturali anche di pubblica illuminazione per un efficientemente e un ammodernamento del sistema.”

“Attenzione, quindi, -ha concluso l’assessore – anche al sociale per il supporto crescente alle fasce più deboli, giovani, anziani e famiglie disagiate e, non ultima, all’attività di rivitalizzazione del centro storico.”

Critica la capogruppo M5S Rosetti secondo la quale sarebbe stato opportuno che, a distanza di tre anni dal mandato elettorale,  fosse il Sindaco ad esporre quanto è stato fatto dalla sua amministrazione. “In realtà -ha detto- il Dup parla di cose che non esistono. Si scrive della rivitalizzazione del centro, ma vorrei capire come si attua, visto che i negozi chiudono, non ci sono politiche per il commercio, né culturali.

Non si fa niente per portare la gente ad abitare in centro, si continua a fare politiche sui parcheggi senza un chiaro obiettivo. Sulle strade -ha proseguito Rosetti- non c’è progettualità, mentre la fibra ha distrutto le strade.” A suo avviso l’amministrazione è carente anche sulle scuole, sulla mobilità e sul sociale dove non solo manca una pianificazione seria, ma non vi è neanche una reale valutazione dell’efficacia della spesa rispetto all’investimento. “Tutto continua esattamente come prima -ha concluso- Stiamo bruciando risorse senza ottenere risultati.”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*