Perugia, Carla Spagnoli, i soliti democratici attaccano CasaPound!

Qual è la pericolosità di questi ragazzi, definiti da ANPI E CGIL  fomentatori di «odio e intolleranza»?

Perugia, Carla Spagnoli, i soliti democratici attaccano CasaPound!
CARLA SPAGNOLI Foto Troccoli

Perugia, Carla Spagnoli, i soliti democratici attaccano CasaPound!

da Carla Spagnoli (Presidente Movimento per Perugia)
PERUGIA – Per l’ennesima volta i rappresentanti dell’ANPI e della CGIL Umbria hanno dato sfoggio della loro “democrazia” a senso unico… CasaPound Perugia ha annunciato per sabato 16 alle 16:00 una manifestazione a Ponte San Giovanni, del tutto legittima. Contro l’iniziativa si sono scatenati subito i “sedicenti” partigiani, sostenuti dai sindacalisti CGIL, questi ultimi noti per i loro “successi” in Umbria a difesa degli operai Perugina e Colussi!

I “democratici” dell’ANPI e della CGIL si sono stracciati le vesti, hanno chiesto alle autorità competenti «di non autorizzare la sfilata neofascista» e sono addirittura passati alle minacce: «in caso contrario saremo pronti a difendere i nostri quartieri da chi vuole sporcarli»! Bel concetto di democrazia! Possibile che in questo paese “democratico” per alcuni cittadini non deve valere il diritto di professare le proprie idee? Possibile che CasaPound non può essere libera neppure di organizzare un corteo libero, legale, pura espressione di un legittimo pensiero, condivisibile o meno?

Ricordiamo ai “signori” di ANPI e CGIL che CasaPound è un partito che da alcuni anni si presenta alle elezioni, ed è quindi assolutamente legittimo e con le carte in regola per esprimere il proprio pensiero e partecipare al dibattito politico… Signori di ANPI e CGIL, se contestate persino le leggi e i principi del sistema democratico, che razza di democratici siete??? In vari Comuni d’Italia CasaPound ha eletto propri rappresentanti, eppure non ci risultano “colpi di Stato” o dittature in atto, tutt’altro! Nella nostra Todi, ad esempio, l’ottimo Andrea Nulli, consigliere comunale di CasaPound, sta svolgendo più che dignitosamente il proprio mandato per il territorio…E voi, signori dell’ANPI e della CGIL, che cosa fate per i territori e i cittadini?

Siete presenti, state affianco alla gente oppure vi limitate alle vostre “scomuniche antifasciste” sui media? Sindacalisti CGIL, vogliamo parlare delle vostre “strategie” a difesa dei posti di lavoro, che stanno portando centinaia di esuberi e licenziamenti in tutta l’Umbria?

Io ho conosciuto personalmente alcuni militanti di CasaPound e quello che fanno per gli italiani è sotto gli occhi di tutti: fanno banchetti dove distribuiscono cibo e generi di prima necessità agli italiani bisognosi, sono in prima linea affianco alle popolazioni colpite dal terremoto, organizzano raccolte di giocattoli e vestiti da destinare alle famiglie più in difficoltà e sono attivi nei quartieri delle città, pronti ad ascoltare le segnalazioni della gente.

Qual è la pericolosità di questi ragazzi, definiti da ANPI E CGIL  fomentatori di «odio e intolleranza»? Qui l’unico odio che si vede è quello di una certa sinistra, “democratica” solo a parole, che non tollera nessuna idea non conforme al suo pensiero!!! Una vera democrazia, per sua natura, non può fare processi alle intenzioni o  perseguitare le idee, giuste o sbagliate che siano… Sono le azioni illegali e la violenza che devono essere perseguitate, non il pensiero, anche se non condiviso! Ma questo pilastro del pensiero democratico non sembra interessare ai “democratici” di ANPI e CGIL!

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*