PD Umbria e la nuova convenzione Regione – Università

PD

bandiera-pd(UJ.com3.0) PERUGIA – Il Pd dell’Umbria, con il contributo dei componenti del Dipartimento Sanità, ha esaminato e valutato la bozza di protocollo tra Regione ed Università per la stipula convenzionale del rapporto tra Servizio sanitario regionale ed Università, nonché per la costituzione delle aziende integrate ospedaliero – universitarie di Perugia e Terni, che sarà sottoscritto definitivamente nei prossimi giorni. I contenuti e l’impostazione dell’atto hanno, a nostro parere, recepito positivamente indicazioni e proposte che sono emerse, soprattutto nella fase più stringata di definizione dell’intesa, tanto dal confronto con le parti sociali quanto da sollecitazioni avanzate anche dal nostro partito.

Il Pd, in particolare, aveva espresso l’esigenza che la convenzione affermasse un più esplicito equilibrio nella governance del sistema, una reale pariteticità e reciprocità nel rapporto fra le strutture sanitarie ospedaliere ed universitarie, una salvaguardia delle prerogative, nella distinzione ed autonomia dei ruoli, dell’Istituzione regionale e dell’Università, criteri più certi e esigibili nel percorso e nelle procedure per la costituzione delle due aziende integrate di Perugia e Terni. Su tutti questi aspetti, come detto, sono apprezzabili passi in avanti rilevanti e significativi. In questo contesto il Pd dell’Umbria, facendosi interprete delle giuste aspettative degli operatori al pari degli interessi e dei bisogni dei cittadini, auspica che l’attuazione concreta della convenzione e le scelte che determineranno l’organizzazione e la strutturazione dei servizi aziendali chiamati a rispondere alle funzioni di assistenza ricerca e didattica, sappiano valorizzare le più riconosciute professionalità di entrambe le componenti, selezionando e ponendo a verifica, sia in campo assistenziale che sul versante scientifico, le competenze migliori; soprattutto per le funzioni di più elevata responsabilità.

Solo scelte qualificate a tutti i livelli potranno garantire funzionalità ed adeguatezza dei servizi e delle strutture sanitarie e di ricerca scientifica per consentire un rilancio complessivo del nostro ateneo, mantenendo l’obiettivo di un’assistenza sanitaria ottimale per gli umbri e per tutti coloro che sceglieranno di curarsi nella nostra regione.
Il Partito democratico dell’Umbria ritiene altresì indispensabile che, anche nel fondamentale ambito dell’alta specializzazione, di stretta pertinenza delle nuove strutture individuate con l’accordo che sarà firmato, si tenga conto delle complessive esigenze dell’Umbria nel suo insieme, in un’ottica di massima integrazione ed appropriatezza, superando duplicazioni, istanze localistiche ed autoreferenzialità. Ora più che mai è necessaria una razionalizzazione ed una moderna organizzazione del sistema sanitario regionale allo scopo di garantire la sua sostenibilità economica unitamente al mantenimento dell’efficienza e dell’efficacia dei servizi deputati alla salute dei cittadini.

Partito Democratico dell’Umbria, Gruppo PD del Consiglio Regionale e Dipartimento Sanità PD Umbria

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*