Pd Perugia chiede ritiro deleghe assessore Waguè servizi infanzia

Per i servizi educativi e mense è necessario aprire una fase nuova

Commissione Toponomastica, nuove denominazioni delle vie cittadine
dramane wagué

Pd Perugia chiede ritiro deleghe assessore Waguè servizi infanzia

Mense e servizi all’infanzia, Pd Perugia, servono nuovi interlocutori Per i servizi educativi all’infanzia è necessario aprire una fase nuova, che passi anche attraverso un nuovo interlocutore serio e credibile. Manca una settimana al Consiglio Grande sui servizi educativi e all’infanzia ed occorre considerare una serie di aspetti significativi: l’Asilo nido Magnolia di Collestrada chiuderà, ed al contempo non sono stati ancora previsti fondi né progetti concreti per una sua riapertura ma soltanto parole.

Le storiche educatrici precarie dei servizi educativi all’infanzia comunali rischiano di vedersi escluse dall’avviso pubblico per la formazione delle graduatorie per istruttori socio educativi, in quanto i criteri previsti dal bando non riconoscono loro alcun punteggio in più, nonostante molte di esse abbiano prestato servizio presso le strutture comunali anche per parecchi anni; per quanto riguarda il capitolo della mense, dopo l’esclusione dalla partecipazione dei genitori non si sono avuti i risparmi promessi in Bilancio, anzi, non sono più disponibili le risorse un tempo utilizzate per le attività extra-curriculari (inglese, musica, educazione fisica, per citare degli esempi); inoltre in alcune scuole in cui venivano utilizzate stoviglie in ceramica, sono state purtroppo reintrodotte quelle in plastica. Dal canto suo, l’Assessore Waguè sembra essere impegnato più ad insultare l’interlocutore che a risolvere i gravi problemi che pesano sulle spalle dei perugini.

È per questi motivi che, come annunciato in sede di conferenza stampa, abbiamo depositato oggi la richiesta di ritirare le deleghe dell’Assessore Waguè, Assessore esterno e non eletto in Consiglio comunale, per manifesta incapacità amministrativa. Dal giorno dopo si potrà aprire una fase nuova sui servizi educativi e all’infanzia per il bene della nostra città.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*