Pd faccia autocritica e riconosca meriti Giunta Romizi

Lo hanno detto i consiglieri di Fratelli d'Italia-AN Stefano Mignini e Clara Pastorelli in risposta alle dichiarazioni del Segretario Pd di Perugia Giacopetti

Pd faccia autocritica e riconosca meriti Giunta Romizi

Pd faccia autocritica e riconosca meriti Giunta Romizi

“Se ne è accorto anche Renzi che la Giunta Romizi sta lavorando bene, è un modello di buona amministrazione e che questo ha un eco anche a livello nazionale. Esattamente quello che non era la precedente.” Nella querelle Renzi-Pd perugino, i consiglieri di Fratelli d’Italia Stefano Mignini e Clara Pastorelli osservano che “di fronte alle sterili accuse mosse dai vertici locali del Pd non possiamo che rispondere con le attività quotidiane che l’Amministrazione sta portando avanti, dal recupero e alla riconversione delle aree degradate, alle modifiche delle regolamentazioni in favore del commercio, al decoro cittadino, alle tante attività culturali che durante tutto l’anno hanno dato nuova vitalità a Perugia.”

“E’ falso parlare di tagli ai servizi, quando per anni si è speso tanto e male; al contrario, con un’azione di controllo della spesa e diminuzione degli sprechi abbiamo potuto, ad esempio, dimezzare la tassa di soggiorno e per la prima volta abbassare del 10% la tariffa sui rifiuti, riorganizzando i servizi nella forma migliore per i cittadini.”

Nel dettaglio, il gruppo Fdi afferma che “sulla banda larga, cui tanto il Pd rivendica la paternità, è bene ricordare che il progetto presentato da questa Amministrazione è stato riconosciuto come il migliore tra quelli presentati, il che testimonia la nostra bravura e competenza. Le strade? Abbiamo trovato una situazione pietosa a cui, investendo un milione e mezzo all’anno stiamo rimediando, con un programma serio di interventi che sono sotto gli occhi di tutti. Scuole? Negli scorsi giorni sono stati stanziati ulteriori 700 mila euro per la sicurezza e gli adeguamenti strutturali – ricordiamo che in alcune strutture, come l’asilo di Collestrada, non si interveniva dal 2002… Ambiente? Patrimonio pubblico? Fino a ieri non esisteva nemmeno un censimento delle aree di verde pubblico o degli immobili di proprietà, situazione che rendeva impossibile svolgere attività di controllo sugli affitti.”

“Prendere lezioni da chi per decenni è stato al governo della città senza risolvere i problemi e che ora vorrebbe fossero cancellati in appena due anni è paradossale,” concludono Pastorelli e Mignini, “significa non riconoscere i meriti oggettivi della Giunta e non voler collaborare nell’interesse dei perugini. Capiamo che Giacopetti abbia nostalgia delle vecchie logiche e del vecchio sistema. ma se ne farà una ragione se anche il suo segretario non può che prenderne atto. Ma forse ha ragione Giacopetti, Renzi dice balle….”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*