«Il PD di Castiglione dovrà essere snello, funzionale e più radicato»

Il PD dell’Umbria ha bisogno di buona politica

pdCon l’inizio di settembre riparte in pieno l’attività politica del Partito Democratico a Castiglione del Lago. Mario Felicioni, segretario comunale del partito, traccia le linee di intervento dei prossimi mesi, con davanti importanti impegni in vista delle elezioni del Presidente della Provincia e del consiglio provinciale del prossimo mese e con un occhio già alle elezioni regionali della prossima primavera. «Prima di tutto – precisa Felicioni – dobbiamo lavorare al nostro interno per rendere più snello e funzionale il nostro partito. Il processo di riorganizzazione dovrà essere compartecipato con tutti gli iscritti degli 11 circoli comunali. Questa azione servirà a radicare meglio il PD nel territorio e allargare la partecipazione dal basso nei processi decisionali. Secondo punto del nostro impegno è senza dubbio la neonata Federazione del Trasimeno, per la quale daremo il nostro appoggio e sostegno per tutto il lavoro di organizzazione della direzione politica e delle funzioni di coordinamento delle politiche territoriali: il PD castiglionese sarà parte attiva di questo organismo, dando nel contempo massima fiducia al segretario Sandro Pasquali».

Felicioni, oltre agli appuntamenti elettorali, mette in evidenza e rivendica un ruolo di indirizzo al PD anche per il processo che è in corso in Regione per la modifica della legge elettorale. «Terzo aspetto che mi preme sottolineare è il rapporto con l’amministrazione comunale di Castiglione del Lago, riaffermando il pieno appoggio, assolutamente leale e convinto, al Sindaco e alla Giunta. Il Partito Democratico è preoccupato per l’emergenza lavoro nel nostro comune. Credo fermamente che servano politiche di sviluppo che attraggano investimenti privati, mettendo in discussione le “rendite di posizione” che stanno dietro a posizioni conservatrici: noi siamo decisi a combatterle con tutte le nostre forze. Serve rompere i vecchi schemi e far sì che Castiglione diventi attrattiva per nuovi investimenti che portino sviluppo e lavoro. Per far questo il PD appoggerà l’amministrazione nella lotta ai “signori del no” che da più parti cercano solo di mantenere tutto bloccato e immutabile. Il nostro territorio deve saper costruire opportunità di sviluppo, uno sviluppo compatibile con il nostro ambiente e sempre nel pieno rispetto delle regole».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*