Partito democratico, dimissioni a raffica in segreteria comunale Perugia

Aderiscono all'Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista

Partito democratico, dimissioni a raffica in segreteria comunale Perugia

Partito democratico, dimissioni a raffica in segreteria comunale Perugia PERUGIA – “Alla luce degli ultimi eventi che si sono succeduti all’interno del Partito Democratico, rileviamo con enorme sofferenza che non ci sono più le condizioni  per proseguire un percorso all’interno di questa comunità. In questi anni le politiche del governo Renzi hanno contribuito a scavare una profonda frattura tra noi e quei milioni di donne e uomini che guardavano al Partito Democratico con entusiasmo e speranza.

Ciò è avvenuto a causa della volontà, da parte di coloro che si ritenevano essere maggioranza, di non confrontarsi su temi importanti e fondamentali per il Paese quali il lavoro, l’istruzione, la redistribuzione del reddito, l’ambiente.

Non pretendevamo di avere ragione, ma pretendevamo che in un Partito che si definisce democratico si potesse discutere e suggerire una correzione di rotta. Ciò non è mai avvenuto.

Il voto del 4 dicembre ci ha fatto capire chiaramente che questa è la strada più breve per consegnare l’Italia alle destre e ai populismi.

Noi non intendiamo essere conniventi, né tantomeno assecondare i capricci di chi cerca legittimazione o vendetta a scapito del Paese e della sua stabilità. Tantomeno vogliamo essere partecipi di una riorganizzazione interna puramente formale, autocelebrativa, con l’unica finalità di rinvigorire chi è stato sconfitto dal confronto con gli elettori.

Pertanto sentiamo che è venuto il momento di dare il nostro apporto per riaggregare quel popolo che abbiamo smarrito, quelle persone in carne ed ossa che abbiamo perso per strada, quei militanti e quegli elettori che hanno deciso di voltarci le spalle in questi anni.

Siamo convinti sia necessario dare un contributo fortemente costruttivo per la ricostruzione di un campo largo di centrosinistra: è tempo di cambiare, di rimetterci in cammino, di costruire un laboratorio per dare un orizzonte e garantire un futuro ai tanti disoccupati, precari, e giovani che ormai da troppo tempo attendono risposte, consapevoli che una sinistra che non risponde ai bisogni degli ultimi, lasciando campo libero ai populismi e alla demogogia, si chiama destra.

Migliaia di iscritti, elettori e simpatizzanti ci hanno preceduto, tanti altri ci seguiranno nei prossimi mesi. Sentiamo il dovere di tornare ad ascoltare quelle persone che oggi non si sentono rappresentate interpretandone bisogni e speranze.

  • Dobbiamo e vogliamo scrivere le pagine di una nuova grande storia.

Queste considerazioni ci inducono quindi a seguire altre strade e restituire la tessera del PD aderendo al costituente “Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista” per contribuire alla creazione di una forza larga e plurale, di sinistra e di governo.

Perugia, 2 marzo 2017

Fabrizio Schettini – Segreteria PD Perugia

Andrea Mazzoni – Segreteria PD Perugia e Segretario Circolo Settevalli

Gabriella Suella – Segreteria PD Perugia e Segretaria Circolo Resina

Simone Rondolini – Segretario Circolo Santa Sabina e Lacugnano

Vittorio Boccini – Segretario Circolo Villa Pitignano (già precedentemente dimesso)

Emiliano Pammelati – Segretario Circolo San Martino in Campo

Enrico Vantaggi – Segretario Circcolo San Sisto

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*