Parcheggio Bove Perugia, Tamburi, meglio una piscina comunale

proposta Perugia: Social City al Comune ed al Signor Sindaco, Andrea Romizi

Parcheggio Bove Perugia, Tamburi, meglio una piscina comunale

da Giampiero Tamburi
Perugia, social city
Parcheggio Bove Perugia, Tamburi, meglio una piscina comunale Non è contestabile da nessuno che il parcheggio del Bove, quello a pagamento contiguo a quello libero dove il martedì ed il sabato si effettua il mercato pubblico, è continuamente, per tutti i giorni e per tutto l’anno, ad eccezione delle 2 giornate del mercato, che tra l’altro è a passo libero senza alcun pagamento, completamente vuoto. Una rimessa totale per le casse comunali, se consideriamo le spese necessarie ad una adeguata manutenzione. Luogo di poco guadagno anche per il bar che insiste nel posto, dove gli unici momenti per un adeguato corrispettivo di incasso sono, appunto i due giorni che la gente va al mercato e, eziandio, per la stazione di sosta dei camper e roulotte adiacente.

Ora, la proposta che Perugia: Social City intende fare al Comune ed al Signor Sindaco è semplice quanto remunerativa per le casse comunali e soddisfacente per i cittadini in quanto, nella zona Filosofi, Pallotta e zone adiacenti, non esiste un impianto del genere ,anzi, a dirla tutta, non esiste assolutamente nulla che possa soddisfare le esigenze della cittadinanza, se non quello privato in via Banbagioni . Un proposta, come si diceva, semplice ed interessante: sostituire il non necessario parcheggio con una piscina comunale ed altri impianti sportivi. Il luogo è al cento per cento idoneo, sia come ubicazione che come spazio, a sostenere queste strutture.

E chi va la mercato con l’auto dove la può parcheggiare? Niente paura! Esiste un spazio, altrettanto grande, adiacente a quello dove dovrebbe essere fatta la piscina, che potrebbe essere attrezzato a parcheggio libero che servirebbe anche a chi utilizza gli impianti sportivi. Se veramente vogliamo migliorare la vita della comunità bisogna anche porre attenzione a queste possibilità e, dove sia possibile, realizzarle. Noi, cittadini della zona e di Perugia, aspettiamo che il Signor Sindaco renda in considerazione questa possibilità e ci risponda quanto prima, sperando che, per l’estate prossima ci si possa fare il bagno o giocare a tennis perché la voglia di avere a disposizione questi impianti non manca di certo! da Giampiero Tamburi Perugia: Social City

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*