Ordine del giorno M5S bocciato in comune a Perugia

Comune Perugia, Rosetti M5s: "Scoperto un debitore eccellente"
cristina rosetti

Ordine del giorno M5S bocciato in comune a Perugia

Discusso e bocciato con la tecnica dell’astensione l’ordine del giorno con cui il M5S chiedeva la revoca della convenzione con Equitalia per la riscossione dei crediti comunali, per dare finalmente fine alla “speculazione” sull’aggio pari all’8% sulle somme dovute che nulla ha a che vedere con i costi reali e fissi della riscossione e a tassi di interesse iniqui che spesso maturano per la lentezza delle procedure di formazione del ruolo e di riscossione di Equitalia, quindi imputabili ai comportamenti degli enti creditori e dell’agente della riscossione che fanno lievitare a dismisura il debito effettivamente dovuto.

Ma la maggioranza rinnega nuovamente se stessa e con la tecnica dell’astensione boccia l’ordine del giorno del M5S.

“Via da Equitalia, l’opposizione muove guerra. Il Comune riscuota i tributi direttamente”, questa la proposta, nell’anno 2012, degli allora consiglieri di opposizione di centro destra, molti dei quali ancora presenti in consiglio e del primo firmatario dell’ordine del giorno Emanuele Prisco, oggi assessore. L’allora opposizione di centro destra chiedeva a gran voce la revoca della convenzione alla scadenza del 31/12/2012. “Duri con chi ruba, ma umani con chi lavora.

Non si possono strangolare le imprese”, diceva ancora il centro-destra. Oggi che governano e che hanno la possibilità di programmare un sistemadi riscossione più equo e giusto sono invece in attesa dell’ennesima proroga del governo sulla possibilità di riscossione tramite Equitalia per conservare con tutta probabilità la convenzione.

Appare quanto meno stupefacente che ad oggi, a distanza di 3 mesi dalla possibile necessità di reinternalizzare il servizio di riscossione (se il governo decidesse di non prorogare ulteriormente la riscossione a mezzo di Equitalia) la Giunta e gli uffici competenti non abbiamo fatto alcuna valutazione sul “dopo”. Data l’assenza oggi in commissione di molti dei consiglieri di maggioranza che allora si schierarono contro Equitalia, confidiamo che quando l’ordine del giorno approderà in Consiglio non facciano mancare il loro voto favorevole.

Ordine del giorno M5S

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*