Omofobia, Giacomo Leonelli (PD) risponde a Marco Squarta

Leonelli: "Nessuno pensa di "imporre ai bambini ideologie legate ai loro presunti e futuri orientamenti sessuali"

Amministrative, Leonelli: "Soddisfazione per la vittoria al primo turno a Castello"

Omofobia, Giacomo Leonelli (PD) risponde a Marco Squarta

«Per l’ennesima volta il collega di Fratelli d’Italia Marco Squarta non ha voluto perdere l’occasione di alimentare una polemica politica becera e intrisa di basso populismo, volendo travisare i contenuti della proposta di legge regionale contro l’omofobia che Gianfranco Chiacchieroni, Attilio Solinas ed io abbiamo presentato». Si apre così la nota con cui Giacomo Leonelli risponde alla presa di posizione di oggi di Marco Squarta.

«La nostra proposta – continua Leonelli –, che abbiamo voluto rilanciare in occasione della giornata internazionale contro l’omofobia, intende far riflettere, e supportare concretamente, tutta la comunità regionale su quella “centralità della dignità umana e sul diritto di ogni persona di percorrere la vita senza subire discriminazioni, indipendentemente dal suo orientamento sessuale, essenziale per la costruzione di un ordinamento che garantisca il pieno rispetto dei diritti fondamentali e costituisca un pilastro della convivenza civile” di cui ieri ha voluto parlare anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella».
«L’intolleranza, invece – conclude Leonelli – affonda le sue radici nel pregiudizio e deve essere contrastata attraverso l’informazione, la conoscenza, il dialogo e il rispetto. Nessuno quindi pensa, come scrive Squarta, di “imporre ai bambini ideologie legate ai loro presunti e futuri orientamenti sessuali”, ma si tratta, come lo stesso Squarta dovrebbe sapere ma fa finta di ignorare, di un genere di informazioni tese a combattere il bullismo contro il diverso da sé che verrebbero proposte a partire dal ciclo degli studi delle medie inferiori».

Omofobia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*