Nuova protesta del Comitato No Inceneritori, in centinaia in piazza

Il gruppo, capitanato da Fabio Neri si è ritrovato alle 15 nel piazzale della Rivoluzione Francese

Nuova protesta del Comitato No Inceneritori, in centinaia in piazza

Nuova protesta del Comitato No Inceneritori, in centinaia in piazza

In cinquecento secondo la questura, più del doppio per gli organizzatori, i manifestanti che oggi sono scesi in piazza per la nuova protesta del Comitato No Inceneritori Terni. Dopo il rinvio di domenica scorsa, causa maltempo, il corteo si è mosso sabato intorno alle 15.30 per chiedere la chiusura degli inceneritori.

Il gruppo, capitanato da Fabio Neri si è ritrovato alle 15 nel piazzale della Rivoluzione Francese per percorrere poi viale Curio Dentato, piazza Buozzi (Valnerina), viale Campofregoso, lungonera Savoia e corso del Popolo. Il corteo si è mosso fino alla sede comunale di Palazzo Spada.

In ballo c’è sempre il decreto Sblocca Italia che prevede l’arrivo in Umbria di tonnellate di rifiuti, smaltiti solo ed unicamente a Terni. Da qui il problema salute per i cittadini che abitano la città, spiega il Comitato. “Saremmo così costretti a respirare i rifiuti smaltiti sotto forma di veleni e ceneri”.

Dura in queste ore anche la posizione del Coordinamento regionale Umbria Rifiuti Zero. “Sarebbe opportuno che il partito di governo regionale intraprendesse la via della raccolta differenziata, anche con il metodo porta a porta come già messo in atto in molti comuni della nostra regione”.

Nuova protesta

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*