No alla chiusura dell’ufficio postale di San Egidio

No alla chiusura dell’ufficio postale di San Egidio
No alla chiusura dell’ufficio postale di San Egidio

No alla chiusura dell’ufficio postale di San Egidio.
Sabato 19 settembre 2015 alle ore 10,30 torniamo in Piazza a S.Egidio per far sentire la voce dei cittadini a sostegno della sentenza del TAR, nell’udienza del 23 settembre, che annulli la disposta chiusura degli uffici postali.

Da rilevare che nell’udienza del 3 settembre lo stesso TAR ha sospeso il provvedimento di chiusura di Poste Italiane prevista per il 7 settembre, ravvisando la elevata gravità del danno per l’utenza che si vedrebbe privata dell’accesso al servizio universale fornito gli uffici postali, ritenuto dai giudici indispensabile.

Questo aspetto è sottolineato anche dall’Assessore della Regione Umbria, Antonio Bartolini, che ha ribadito come poste Italiane sia una società controllata dal ministero dell’economia e per Legge sia tenuta ad erogare un servizio universale, cioè un servizio che deve essere erogato a tutti.

Nel momento in cui viene fatta prevalere una logica economica di mercato – ha spigato Bartolini durante un incontro pubblico di qualche giorno fa – questa mission di servizio universale viene meno e per questo vengono tagliati gli uffici postali considerati marginali.

Nel frattempo il sottosegretario alla comunicazione Giacomelli, alla luce delle sentenze del TAR Umbria e TAR Toscana, ha riaperto la trattativa con Poste Italiane ed annunciato che saranno riconvocati gli Assessori Regionali di tutta Italia e ANCI, questo è un risultato importante e anche un segnale forte che fa ben sperare su una revisione del piano industriale di Poste Italiane, come auspicato da Gianni Mantovani e da Elio Censi dell’ Associazione Sportiva Circolo Arci Sant’Egidio.

Sono stati invitati a partecipare il Sindaco del Comune di Perugia Andrea ROMIZI; l’Assessore regionale Antonio BARTOLINI; il Presidente regionale di Federconsumatori Alessandro PETRUZZI; i dirigenti sindacali di C.G.I.L., C.I.S.L. E U.I.L. e i consiglieri comunali del TERRITORIO D’ARNA.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*