Mutui, Polidori (FI), Governo sfila chiavi casa da tasche italiani

Al grido di “ce lo chiede l’Europa” prima il governo tecnico, ora quello abusivo di Renzi hanno fatto scempio del patrimonio

Mutui, Polidori (FI), Governo sfila chiavi casa da tasche italiani
Polidori

Mutui, Polidori (FI), Governo sfila chiavi casa da tasche italiani

«Con la Direttiva Ue sui mutui il Governo Renzi sfila le chiavi di casa dalle tasche degli italiani in difficoltà, in compenso, però, non muove un dito contro gli inquilini inadempienti a tutela dei proprietari di immobili, non nababbi possidenti, ma comuni cittadini che con i risparmi di una vita hanno acquistato un bene rifugio per assicurarsi una fonte di reddito tale da integrare, molte volte persino sopperire, alla mancanza di una pensione. Questo in barba ai principi di solidarietà, sussidiarietà e della difesa dei deboli sbandierati dalla sinistra a meri fini propagandistici».

Così la capogruppo di Forza Italia in X Commissione, On. Catia Polidori, che prosegue: «Al grido di “ce lo chiede l’Europa” prima il governo tecnico, ora quello abusivo di Renzi hanno fatto scempio del patrimonio realizzato col lavoro e i sacrifici dei padri per i loro figli. Grazie ai burocrati di Bruxelles e alla scellerata azione dell’esecutivo non eletto da bene di rifugio la casa è diventata un bancomat ».

L’ex Vice Ministro al Commercio Estero rincara la dose: «Aveva ragione FI nel sostenere che il Governo sta affossando il mercato del mattone e favorendo invece le banche, che sempre più fanno il lavoro delle agenzie immobiliari, con il pericolo concreto di  influenzare pesantemente, in virtù delle informazioni finanziarie possedute, le scelte di carattere patrimoniale dei correntisti. Non solo! Renzi d a una parte autorizza le banche ad appropriarsi  – in modo automatico e immediato, in assenza cioè di una qualsivoglia mediazione – dell’immobile di un cliente in difficoltà economiche, magari con minori o anziani a carico; dall’altra, però, non fa nulla per proteggere i proprietari di casa in regola col fisco dagli inquilini, spesso stranieri, morosi per mesi e anni, che lasciano da saldare anche le loro bollette. In questo modo la banca, che potrebbe permettersi di attendere di incassare le rate, è favorita rispetto al singolo cittadino, il quale, oltre a non poter disporre del proprio bene e a non percepire il dovuto per l’utilizzo altrui, si trova pure a dover far fronte alle tasse. Della serie: se non c’è il guadagno, la remissione è certa».

Mutui, Polidori

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*