Mommi, candidato con “Umbria più uguale”: 1 Maggio dedicato a giovani che non trovano lavoro

PERUGIA – Michele Mommi, candidato con la lista “Umbria più uguale” segnala come questo primo Maggio, festa dei lavoratori ed inizio di Expo, rappresenti  le contrapposizioni della nostra epoca: quella tra diritti e mercato. “Expo poteva rappresentare un’opportunità di rilancio dell’occupazione e di assunzioni anche di giovani umbri, che invece hanno aspettato invano notizie e non sono stati più contattati, nonostante l’esito positivo delle selezioni”, dichiara Mommi, che aggiunge:“ Expo ha invece pubblicato un comunicato stampa con cui descrive le difficoltà nel processo di selezione e dipinge i giovani italiani come troppo pigri e svogliati per accettare un lavoro che richiedeva disponibilità durante i finesettimana e l’intera estate”.

Il 27enne candidato ricorda che quello di Expo è solo l’esempio più eclatante della situazione dei giovani disoccupati italiani, “che vengono trattati come merce da datori di lavoro senza scrupoli e che troppo spesso finiscono per accettare l’unica possibilità di rendersi utili professionalmente: il lavoro non retribuito, che viene dipinto come tirocinio extracurriculare e che rappresenta la schiavitù del nuovo  millennio”, sostiene Mommi, che specifica il suo impegno elettorale “per dare voce a tutti i giovani che vivono in una Regione che non crea sufficienti posti di lavoro e opportunità per i giovani. Mi candido affinchè divenga prioritario potenziare e migliorare i servizi delle agenzie di collocamento, così come i progetti europei per la formazione e la mobilità giovanile”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*