Michele Vecchietti (L’Altra Europa Umbria): “Province: garantire servizi e funzioni”

Gli ulteriori tagli alle Province di Renzi stanno determinando rischi seri per i servizi e per i dipendenti. Le rassicurazioni del Ministro Madia su esuberi e pagamento degli stipendi sono del tutto insufficienti. E’ infatti partito il balletto delle responsabilità tra governo e Regioni, ma l’unica certezza è che non ci sono le risorse per garantire le funzioni e i servizi. Altro che revisione della spesa, qui siamo di fronte alla propaganda sulla pelle di cittadini e lavoratori, offesi nella loro dignità e professionalità. Di sicuro in Umbria Renzi, Alfano e Madia hanno trovato terreno fertile: il riordino complessivo delle funzioni voluto dalla Giunta Marini si è rivelato un fallimento. E’ assurdo che la Regione faccia svolgere funzioni di cui si è ripresa la competenza dal personale delle Province senza garanzie, compromettendo nello stesso tempo i livelli essenziali di tutela dell’ambiente e del territorio con particolare riguardo ai controlli ambientali e alla messa in sicurezza della rete viaria. E’ tutto da rifare, così come è ora di finirla con la logica della messa in competizione fra i lavoratori. Noi proponiamo una riorganizzazione complessiva del sistema delle autonomie locali contro le scelte del governo centrale e la definizione corretta delle funzioni e delle risorse delle Province, scongiurando demansionamento ed esuberi per il personale e garantendo servizi di qualità per i cittadini. In gioco ci sono le strade, le scuole, i trasporti, l’assetto del territorio, la tutela dell’ambiente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*