Michele Vecchietti, appoggiamo la manifestazione “Noi… la vera Scuola”

da Michele Vecchietti (Candidato Presidente – “L’Umbria per un’altra Europa”)
La Camera ha approvato il testo sulla scuola uscito dalla Commissione parlamentare, peggiorando addirittura quello presentato dal governo. Lo schema di Renzi e del PD è chiaro: si dice di voler ascoltare tutti, ma poi si va avanti come niente fosse. Non c’è stato alcuno spazio per la dialettica parlamentare, tanto meno si è alzata una voce critica da parte dei parlamentari umbri. Noi pensiamo che dopo gli scioperi, le manifestazioni e il blocco degli scrutini, la mobilitazione possa e debba andare avanti. Infatti il testo dovrà passare al Senato e il cammino di questa controriforma non sarà così facile. E’ ancora possibile fermarli. Il fronte ampio ed unitario dell’opposizione sindacale e sociale al disegno di legge di Renzi è un punto di novità e di forza. Il mondo della scuola, contrastando gli ulteriori sgravi a favore delle private e il ruolo padronale che si punta ad assegnare al dirigente scolastico, ha fatto emergere chiaramente che in gioco c’è l’assetto democratico della scuola stessa e non l’assunzione di qualche decina di migliaia di insegnanti in più, elemento questo che non risolve minimamente il dramma di tanti precari grazie ai quali la scuola è andata avanti negli ultimi anni. Noi continuiamo a pensare che la scuola debba avere il compito di formare cittadini liberi e consapevoli in grado di inserirsi con autonomia e spirito critico in qualunque ruolo nella società. Per questo sosteniamo la lotta della scuola, per questo appoggiamo convintamente la manifestazione “Noi… la vera Scuola” indetta a Perugia per domenica 24 maggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*