Michele Mommi, candidato con “Umbria più Uguale”: legge regionale contro l’omotransfobia non più rimandabile!

Michele Mommi, candidato con la lista “Umbria più Uguale”, in occasione della giornata mondiale contro l’omofobia e la transfobia del 17 Maggio, ha ricordato come in questo ultimo anno in Umbria si sia verificato un incremento preoccupante di episodi di discriminazione: un insegnante che ad Assisi ha insultato un alunno perché gay, un insegnante costretto a dimettersi perché non considerato adatto a causa del suo orientamento sessuale in una scuola del lago, “per non parlare degli attivisti denunciati per un bacio di fronte alle sentinelle in piedi e della mozione sulla famiglia naturale approvata dal Comune di Assisi”, afferma Mommi, che continua. “Un modello unico , quello della famiglia fondata sul matrimonio, che dimostra la distanza di Ricci dal mondo reale.

Al contrario la Regione dovrà impegnarsi affinché venga finalmente approvata la proposta di legge regionale contro le discriminazioni per omofobia e transfobia, che giace dimenticata nei cassetti di Palazzo Donini dal lontano 2007. Una mancanza di volontà politica, quella del PD, che non avrà più alibi grazie alla presenza nella prossima coalizione di governo di “Umbria più Uguale””.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*