Merloni e JP Industries, Giulietti e Lodolini (PD) scrivono al viceministro De Vincenti

smacchi_ex_merloni-anconaGli on. Giampiero Giulietti ed Emanuele Lodolini sono tornati a sollecitare il Governo in merito alla situazione della ex Merloni e della vertenza della JP Industries. I due deputati del Pd hanno infatti scritto una lettera al viceministro allo Sviluppo economico De Vincenti in cui invitano lo stesso ad assumere un’iniziativa forte e rapida nei confronti del Governo affinché si possa procedere quanto prima all’attuazione dell’accordo di programma della ex Merloni e alla risoluzione della vertenza JP.

“Le misure nazionali dell’Accordo di Programma, gestite da Ministero dello Sviluppo e Invitalia, non hanno prodotto progetti di attività imprenditoriale né risultati occupazionali. – recita la lettera – Siamo alla scadenza del periodo di vigenza dell’Accordo stesso e i 35 milioni di euro giacciono inutilizzati. D’altro canto è ancora aperto il contenzioso sulla procedura di vendita dei beni produttivi della ex Merloni alla JP Industries, con contestuale riassunzione di 700 lavoratori, gestita dal Ministero dello Sviluppo, che rischia di essere annullata per problemi formali e ricorsi, con il rischio di un’ulteriore drammatica emorragia di lavoro.

Come deputati di Marche e Umbria abbiamo sollecitato il Ministero dello Sviluppo alla proroga dell’Accordo di Programma, alla rimodulazione dei suoi criteri e alla soluzione della vertenza JP. Il 28 gennaio scorso – prosegue la lettera – in un incontro al Mise, il viceministro De Vincenti aveva assicurato tempi brevissimi per la firma della proroga dell’Accordo di Programma tra Governo e Regioni Marche e Umbria, l’imminente varo di una modifica della L.181 per favorire gli investimenti, un’azione decisa sulla vertenza JP ma dopo quaranta giorni tutto sembra essersi arenato e la situazione socio-economica dell’area si sta ulteriormente degradando”. I due deputati invitano quindi il viceministro “ad assumere un’iniziativa forte e rapida nei confronti del Governo”, al fine di giungere quanto prima ad una felice soluzione della vicenda.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*