Mercato regionale del lavoro, approvata stamani la proposta di legge

Leonelli: “L’accoglimento del mio emendamento sulla riserva del 25% dei fondi per gli under 35 rappresenta un aiuto per una generazione che ha avuto poche opportunità sul fronte lavorativo”

Agenzie per Lavoro, Cgil a Regione Umbria, no commistione di ruoli

La Prima e la Terza commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, presiedute da Andrea Smacchi e Attilio Solinas, si sono riunite in forma congiunta per approvare il disegno di legge della Giunta regionale sul ‘Sistema integrato per il mercato del lavoro, l’apprendimento permanente e la promozione dell’occupazione. Istituzione dell’Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro’.

Hanno votato a favore dell’atto i consiglieri Gianfranco Chiacchieroni, Marco Vinicio Guasticchi, Carla Casciari, Giacomo Leonelli, Andrea Smacchi (Pd), Attilio Solinas (misto-Mdp) e Silvano Rometti (SeR), mentre di sono astenuti Raffaele Nevi (FI), Valerio Mancini (Ln), Marco Squarta (FdI), Sergio De Vincenzi (Misto-Umbria Next) e Maria Grazia Carbonari (M5S). Alla seduta ha partecipato l’assessore Fabio Paparelli.

Sono stati anche approvati gli emendamenti proposti dalla Giunta regionale, tra i quali quello che, nell’eventualità di una modifica di Arpal che determini una eccedenza di organico, prevede che il personale, seguendo la riallocazione delle funzioni, confluisca nell’organico regionale. Inoltre sono stati approvati anche gli emendamenti, fatti propri dalla Giunta, proposti da Giacomo Leonelli (Partito Democratico) che nel finanziamento degli interventi prevede di riservare una quota di risorse di almeno il 25 per cento per gli under 35, e due emendamenti proposti da Casciari (Pd) per favorire l’inserimento lavorativo dei disabili, con la previsione che il personale Arpal integri le unità multidisciplinari di valutazione e con la possibilità per l’Agenzia di realizzare percorsi formativi per i datori di lavori privati per l’inserimento e l’integrazione lavorativa dei disabili.

“L’accoglimento del mio emendamento alla proposta di legge sul Sistema integrato per il mercato del lavoro, l’apprendimento permanente e la promozione dell’occupazione, licenziata questa mattina dall’esame congiunto della I e III Commissione di Palazzo Cesaroni rappresenta un aiuto per una generazione che ha avuto poche opportunità sul fronte lavorativo”.

Così il consigliere regionale del Partito Democratico Giacomo Leonelli, che prosegue: “Merita attenzione quella generazione che aveva 20/25 anni quando è iniziata la crisi economica, ma che ancora ne paga gli effetti. Per questo la riserva di almeno il 25% delle risorse disponibili per quanto riguarda il sostegno all’autoimpiego e alla creazione di impresa rappresenta una scelta politica netta, che vuole dare più opportunità a una generazione che in questi anni non le ha avute”. “Per quanto riguarda l’autoimpiego – ricorda Leonelli – sono previsti prestiti agevolati fino ad una somma di 25mila euro, mentre per la creazione di impresa tale cifra arriva fino a 50mila euro. Delle somme destinate dalla Regione a tali prestiti, appunto, almeno il 25% dei destinatari dovrà quindi essere rappresentato da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*