Maurizio Hanke (Lista Civica e Popolare): “No al razzismo, ma anche no al lassismo”

Pretendere la sicurezza dei cittadini non vuol certo dire essere razzisti. Citando Albert Einstein, anch’io sostengo che “l’unica razza che conosco è quella umana”. Tuttavia, ciò non vuole neanche dire che bisogna essere lassisti nei confronti di chi viene nella nostra comunità non per integrarsi, ma per delinquere nella certezza di restarsene anonimo e impunito.

I recenti fatti di cronaca ci mettono di fronte alla necessità, sempre più urgente, di porre rimedio all’ondata di delinquenza e microcriminalità che anche in Umbria sta terrorizzando i nostri concittadini. Ecco perché, in qualità di candidato Consigliere regionale con la Lista Iniziativa per l’Umbria – Civica e Popolare, chiedo sin da ora che il Governo della Regione si attivi immediatamente per l’istituzione di un coordinamento permanente con Prefetture e Questure, affinché le verifiche degli status degli immigrati siano puntuali, rigorose e costanti.

Chiedo altresì alla nostra Presidente Catiuscia Marini, con la quale ci apprestiamo ad intraprendere un cammino di Governo volto al servizio dei cittadini, di chiedere – in sede di Conferenza Stato-Regioni – un giro di vite drastico sugli ingressi in Umbria di immigrati richiedenti asilo politico.

E’ vero che noi non siamo una Regione a statuto autonomo come la Valle d’Aosta, ma è altrettanto vero che non è neanche pensabile che la stessa piccola regione del settentrione si permetta di chiudere le proprie frontiere mentre in Umbria, al pari di altre Regioni “normali”, ci si debba sobbarcare l’esubero di migranti privi di passaporto, con tutte le conseguenze sociali che ciò comporta.

Massimo rispetto per coloro che vivono il dramma della guerra e dell’esilio forzato; ma poiché tra costoro si annidano anche potenziali delinquenti e delinquenti reali, allora mi sembra giusto che ogni Regione d’Italia faccia la propria parte.

Maurizio Hanke – candidato in Consiglio Regionale per Iniziativa per l’Umbria – Civica e Popolare

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*