Marini: aiuteremo imprese in difficolta e accompagneremo quelle che vogliono crescere

“Aiuteremo ancora le imprese in difficoltà e accompagneremo quelle che vogliono affrontare investimenti complessi, confrontarsi con i mercati esteri, che hanno potenzialità di innovazione e creano occupazione”. Ha fatto riferimento al valore della Regione come principale soggetto di tutela e assistenza allo sviluppo del tessuto economico la candidata presidente Catiuscia Marini, nel corso della sua visita elettorale a Città di Castello.

La candidata della coalizione di centrosinistra è intervenuta ieri sera, davanti alla folta platea dell’auditorium della città tifernate, assieme ai candidati a consiglieri regionali del Partito democratico Fernanda Cecchini, Manlio Mariotti, Marco Vinicio Guasticchi, nel corso di un incontro moderato dalla coordinatrice del Pd locale Rossella Cestini.

“L’Umbria – ha detto Marini – ha le condizioni, le forze, le capacità e le idee per accompagnare una nuova fase, dopo la lunga crisi che si è abbattuta come uno tsunami sull’economia”. La forza è rappresentata dalle imprese che si sono mosse controcorrente. Il percorso di riforme strutturali portato avanti dalla Giunta Marini (come pubblica amministrazione ed il funzionamento della macchina regionale) e di gestione virtuosa è stato accompagnato da un’azione che “ha preservato i pilastri della coesione sociale”, attraverso la tutela dei servizi fondamentali come l’assistenza, il diritto allo studio, il trasporto pubblico.

Il tutto senza agire sulla leva fiscale, “che avrebbe rappresentato un ulteriore impoverimento per i cittadini”. Fondamentale il lavoro di negoziato della Regione sui fondi strutturali europei, che per il settennato il corso ammontano a 1,5 miliardi di euro.

“La programmazione comunitaria – ha detto Marini – è il perno per ricreare le condizioni di sviluppo”. Sulle opere viarie, la candidata presidente ha detto: “Abbiamo chiuso l’accordo per la E78, che assieme alla riqualificazione e messa in sicurezza della E45 rappresentano le opere strategiche alle quali il nuovo Governo regionale lavorerà con determinazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*