Manlio Mariotti (Pd) presentata la candidatura a Umbertide

UMBERTIDE  – Ci saranno i diritti civili, il lavoro, lo sviluppo economico e le infrastrutture, la tutela ambientale e il futuro dei giovani, in Alto Tevere e in Umbria, nel programma di Manlio Mariotti, 59 anni, operatore sanitario specializzato e sindacalista, candidato alle elezioni regionali del 31 maggio come espressione del Partito Democratico di Umbertide.

I democratici locali, guidati dal segretario Giovanni Valdambrini, hanno riconfermato nel corso di una conferenza stampa, giovedì sera, il proprio sostegno a Mariotti, già segretario regionale della Cgil e consigliere regionale dal 2013.

I rappresentanti del Pd umbertidese Matteo Ventanni, Lucia Ranuncoli e Gianluca Palazzoli hanno definito quella di Mariotti una candidatura autorevole, in virtù delle sue competenze, esperienze e sensibilità, messa a disposizione del progetto di governo di Catiuscia Marini, per un nuovo sviluppo dell’Umbria e per dare un futuro al territorio locale. Alla conferenza stampa era presente anche il sindaco di Umbertide, Marco Locchi.

Dall’Alto Tevere un contributo forte per rilanciare l’Umbria 

“Mi impegnerò per portare avanti il lavoro iniziato in questi anni – ha detto Manlio Mariotti nel suo intervento – continuando ad affrontare i temi centrali per lo sviluppo di Umbertide e dell’Alto Tevere: in tempi di grande crisi questo territorio è quello che ha subito in maniera minore la riduzione del reddito disponibile, Umbertide è una città forte, operosa, competitiva, che sa lavorare in maniera unitaria. Bisogna sostenere la consistenza dell’apparato produttivo e manifatturiero, con strumenti di supporto innovativi e con i fondi comunitari (1,5 milioni nei prossimi sette anni). Questo è un territorio vocato alle produzioni manifatturiere è che ha il proprio segno distintivo nel fare impresa, e può rappresentare uno dei treni per far ripartire l’Umbria”.

Infrastrutture e banda larga: asset fondamentali per battere la crisi
“Siamo cresciuti in questi anni nonostante qualche evidente deficit infrastrutturale, ma oggi se mancano asset fondamentali come questi si rischiano battute d’arresto: con il nuovo assetto societario di Umbria Mobilità, dobbiamo rilanciare in termini innovativi la Ferrovia Centrale Umbra, come dobbiamo accelerare sulla messa in efficienza della E45, uno sbocco irrinunciabile verso il Nord del Paese, punto di aggancio per lo sviluppo la innovazione della nostra regione.

E poi l’ ampliamento della banda larga, per una nuova idea di democrazia della comunicazione, per i cittadini, le imprese e la pubblica amministrazione”

Agricoltura, paesaggio e sanità avanzata: il futuro passa anche da qui

“Valorizzare i beni ambientali e il paesaggio, con un modo innovativo e multifunzionale di pensare il sistema primario, valorizzando il rapporto tra ambiente, cultura e agricoltura, per accelerare lo sviluppo. E, insieme, consolidare l’esperienza di eccellenza nella sanità locale, come punti di sperimentazione avanzata”

CHI E’ MANLIO MARIOTTI

Nato ad Umbertide il 15 giugno 1955, da sempre impegnato nella tutela dei diritti dei lavoratori e nel mondo sindacale. Ha lavorato per molti anni nella Asl dell’Alta Umbria come operatore sanitario specializzato. Dal 2010 ha svolto funzioni di tutor e docente nei corsi di laurea in infermieristica presso la Sede formativa di Villa Montesca.

Impegnato da sempre nella Confederazione Generale Italiana dei Lavoratori, ha ricoperto vari ruoli a livello regionale e nazionale. Nel 2004 viene eletto Segretario Generale della Cgil Umbria, incarico che ricoprerà fino al 2010. Candidato nelle liste del Pd alle elezioni regionali 2010, dal 26 marzo 2013 entra nel Consiglio regionale dell’Umbria. È stato membro delle Commissioni bilancio, attività produttive e trasporti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*