Maggioranza a pezzi in Comune, Pd Perugia, bocciati emendamenti

La fotografia è quella di un bilancio desolante

Baratto amministrativo, Pastorelli: "Già votato un anno fa"

Maggioranza a pezzi in Comune, Pd Perugia, bocciati emendamenti

La commissione bilancio si fa teatro, grazie all’opposizione di PD e Socialisti Riformisti, della bocciatura di complessi e articolati emendamenti presentati dal sindaco Romizi dal valore di oltre un milione di euro. Attraverso un maxi emendamento si era infatti cercato di inserire svariate azioni, dalla tipologia eterogenea, senza logica di esecuzione e senza una visione complessiva di sviluppo della città, ma solo atte a tacitare un crescente malcontento con interventi spot inadeguati a risolvere in modo duraturo i problemi.

A dimostrazione di questo è, per esempio, lo stralcio delle risorse destinate al consolidamento della frana di Monterone, impegnate oggi dalla maggioranza per fare cassa, che mette di nuovo a serio rischio idrogeologico una zona che necessitava di un ulteriore intervento di completamento per evitare di vanificare interventi e risorse finora investiti. La fotografia è quella di un bilancio desolante, che non potenzia gli investimenti nel sociale, nella cultura e nei servizi alla persona: un bilancio che rende ancora più asfittica l’economia perugina, nei fatti nemmeno rispondente al programma annunciato dal Sindaco in campagna elettorale.

Si riduce la spesa senza ridurre le tasse e i tributi versati dai cittadini e si incentiva la polizia municipale a comminare multe, che si rivelano essere una voce prioritaria del capitolo delle entrate E’ un bilancio che denuncia la totale mancanza di progettualità:  gli unici investimenti messi a bilancio sono quelli finanziati dalla Regione su progetti individuati e messi a punto nella scorsa consiliatura.

Maggioranza a pezzi in Comune

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*