Primi d'Italia

Ma il PalaEvangelisti di Perugia è PalaRenault, chiede Carmine Camicia

Presentato un ordine del giorno dal consigliere comunale

Ma il PalaEvangelisti è PalaRenault, chiede Carmine Camicia

Ma il PalaEvangelisti è PalaRenault, chiede Carmine Camicia

PERUGIA – “Da otto mesi la gestione degli impianti sportivi di proprietà del Comune di Perugia è nelle mani dell’amministrazione, ma nei fatti nulla è cambiato”. La denuncia arriva dal consigliere di maggioranza (Gal), Carmine Camicia, che ha presentato un ordine del giorno in cui chiede che venga impiegato personale dell’ente preposto alla gestione del Palazzetto dello sport Pellini, dello stadio Santa Giuliana e del PalaEvangelisti, che a tutti gli effetti il Comune diventi il gestore diretto dei tre impianti sportivi, a far rimuovere immediatamente dal Palasport Evangelisti la pubblicità di un’azienda ormai inesistente e dall’incarico il dirigente attuale: “che ha disatteso la volontà del Consiglio comunale – spiega il consigliere –, inviando una nota alla Corte dei Conti al fine di verificare l’eventuale danno erariale causato dallo stesso”.

“Non è possibile che dopo il parere favorevole alle modifiche del ‘Regolamento sulle modalità di affidamento degli impianti sportivi di proprietà del Comune di Perugia’ – chiosa Camicia –, non si sia ancora dato seguito a quanto deciso dal Consiglio comunale e di fatto la gestione rimanga in mano a terzi, con costi praticamente raddoppiati e senza neanche aver partecipato ad alcuna gara pubblica”. “Per anni gli impianti sportivi di una certa rilevanza sono stati affidati a soggetti terzi – ricorda il consigliere –.

Una scelta infelice che aveva portato nel 1999 il centrodestra, allora all’opposizione, a portare avanti una battaglia politica affinché venisse cambiato il regolamento. E ora che siamo alla guida della città, lasciamo le cose come stanno, promuovendo addirittura, a costo zero, un’azienda che da tempo ha chiuso battenti con una pubblicità di circa 20 metri quadrati”.

Qui di seguito il testo integrale dell’ordine del giorno presentato dal capogruppo GAL:

Oggetto:         Gestione degli impianti sportivi di proprietà del Comune di Perugia: Palasport Evangelisti, il palazzetto Pellini e lo stadio Santa Giuliana.

 PREMESSO:

che, per anni gli impianti sportivi di una certa rilevanza venivano affidati a soggetti terzi;

CONSIDERATO:

che, la scelta effettuata dall’ente di dare in gestione i propri gioielli non sia risultata una soluzione felice, in quanto con lo scioglimento della società che gestiva gli impianti, il Comune si è trovato in serie difficoltà;

PRESO ATTO:

che, il Consiglio comunale, su proposta della giunta comunale n.105 del 12.10.2016, deliberava di modificare il “Regolamento Comunale sulle modalità di affidamento degli impianti sportivi di proprietà del Comune di Perugia”, atto approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 52 del 28.3.2011, modificato con D.C.C. n.106/2015, rendendo  possibile la gestione diretta degli impianti sportivi;

PRESO ATTO:

che, la Giunta, con Determinazione Interna n. 94 del 7.09.2016, conferiva mandato alla U.O. Edilizia Scolastica e Sport affinché valutasse la possibilità di condurre il Palasport Evangelisti, il Palazzetto Pellini e lo Stadio S. Giuliana in maniera diversa dal passato e indicando la gestione diretta dei menzionati impianti sportivi;

 CONSIDERATO:

che, la scelta della gestione diretta degli impianti sportivi veniva approvata dal Consiglio comunale;

 EVIDENZIATO:

che, trascorsi otto mesi dall’approvazione delle modifiche al “Regolamento sulle modalità di affidamento degli impianti sportivi di proprietà del Comune di Perugia”, non si è dato seguito a quanto deciso dal Consiglio comunale e di fatto la gestione rimane in mano a terzi, con costi praticamente raddoppiati;

Tutto ciò premesso:

s’impegna il Sindaco e la giunta:

  • Ad impiegare con immediatezza personale del Comune di Perugia preposto alla gestione degli impianti sportivi Palaevangelisti, Pellini e Santa Giuliana;

s’impegna, altresì,  il Sindaco e la giunta:

  • A far sì che l’ente comunale diventi a tutti gli effetti il gestore diretto degli impianti sportivi già citati e pertanto la gestione non venga affidata a terzi, che attualmente percepiscono somme ingenti e senza neanche aver partecipato ad alcuna gara pubblica;

s’impegna, inoltre,  il Sindaco e la giunta:

  • A far rimuovere immediatamente dal Palaevangelisti la pubblicità di una società ormai inesistente;

s’impegna, infine,  il Sindaco:

  • A rimuovere dall’incarico il dirigente attuale preposto che ha disatteso la volontà del Consiglio comunale, inviando una nota alla Corte dei Conti al fine di verificare l’eventuale danno erariale causato dallo stesso.

 Si chiede la discussione urgente nella Commissione competente ed in Consiglio Comunale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*