M5S Gubbio attacca, “una notte da horror” a Cipolleto per il “Consigliere Gagliardi”

dal Movimento 5 Stelle di Gubbio
Venerdì 13, e forse già la data doveva far pensare male, si è consumata la notte horror del trio Gagliardi, Palazzari e Ricci, rispettivamente il coordinatore del candidato consigliere alle prossime elezioni regionali, il candidato consigliere e la foglia di fico sventolante la bandiera del finto cambiamento all’urlo del “tutto cambi affinché nulla cambi”. Per fortuna ad ascoltare lo spettacolo indecente del “trio medusa” c’erano appena 4 gatti.

Noi non dimentichiamo il passato e ricordiamo per chi abbia poca memoria le parole del Consigliere comunale Gagliardi, quando attaccava sonoramente i cattivi comunisti e le precedenti amministrazioni in toto, colpevoli dello sfacelo attuale.

Parole che noi apprezzavamo e di cui tuttora siamo convinti. Parole che il Consigliere, evidentemente, deve aver dimenticato insieme alla pagina del dizionario dov’è spiegato il significato della parola “coerenza”.

Glie la ricordiamo noi. Coerenza: conformità tra le proprie convinzioni e l’agire pratico.
Speriamo che il Consigliere riesca a comprenderne il significato al più presto.

Purtroppo non abbiamo grandi aspettative in merito poiché Gagliardi, nuovo coordinatore di Ricci, dovrà fare da maggiordomo a Palazzari, ex Partito Comunista, ex assessore ed ex vice sindaco. Colui che insieme alla giunta Guerrini (PD) ha contribuito al commissariamento vergognoso del Comune di Gubbio per la prima volta nella storia. Deve essere proprio dura stendere tappeti rossi a un ex rifondarolo, per chi come Gagliardi, inseguiva ed era fervido credente degli ideali di MSI prima e Alleanza Nazionale poi.

La parabola discendente è solo all’inizio. In pochi mesi, infatti, il Consigliere Gagliardi ha collezionato i seguenti risultati:

Fallimento come candidato alle elezioni comunali con il 2%;
Fallimento come candidato alle elezioni provinciali;
Fallimento all’interno della coalizione Ricci, dove dopo essere stato retrocesso a coordinatore, è costretto anche all’umiliazione di fare campagna elettorale a un ex Rifondazione Comunista candidato in una lista di destra.
Caro Consigliere Gagliardi è un brutto momento ma noi le siamo vicini.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*