L’on. Giulietti interroga il Governo per la messa in sicurezza della E 45

 E45(UJ.com3.0) ROMA – L’on. Giampiero Giulietti ha presentato un’interrogazione alla Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici per chiedere chiarimenti in merito allo stato di manutenzione e al progetto di riqualificazione della E 45. In particolare il deputato del Pd invita il Governo a mettere in atto, per mezzo dell’Anas spa, i provvedimenti necessari per garantire standard manutentivi adeguati lungo l’intero tracciato.

“Il manto stradale della E45 versa in condizioni di grave deterioramento che rendono pericolosa la circolazione dei tanti mezzi, anche pesanti, che quotidianamente percorrono l’arteria – ha dichiarato l’on. Giulietti – è necessario intervenire al più presto al fine di mettere in sicurezza l’E45 che, attraversando la Regione Umbria in senso longitudinale, costituisce la naturale spina dorsale del sistema infrastrutturale umbro e svolge un’indispensabile funzione di servizio al territorio regionale mediante la riconnessione e il collegamento in rete dei principali sistemi insediativi e produttivi della regione”.

L’on. Giulietti ha poi chiesto i tempi di realizzazione del progetto di riqualificazione della E45 con trasformazione in autostrada, che risulta oggi in fase di stallo visto che il CIPE non si è ancora espresso in merito, al fine di evitare che si pregiudichi definitivamente l’opportunità di vedere realizzata un’arteria di fondamentale importanza per Umbria, Lazio, Toscana e Veneto.

“La direttrice Orte-Mestre ha inoltre la funzione di agganciarsi al Corridoio Europeo n. 5 (Lisbona – Barcellona – Lione – Torino – Milano – Venezia – Trieste – Kiev) e di collegare il Nord – Est del paese direttamente con la capitale ed il sud tirrenico. – ha dichiarato l’on. Giulietti – Il progetto di riqualificazione della E45 però, nonostante sia già stato inserito nell’intesa generale quadro tra Governo e Regione Umbria, è in una situazione di stallo che deve essere superata al più presto con l’approvazione del progetto preliminare”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*