Logge di Braccio e cioccolateria, Eugenio Guarducci risponde al Pd

I lavori saranno effettuati da ditte specializzate nel settore del Restauro Conservativo

Pagamento Tosap Eurochocolate, Guarducci, ogni anno versiamo 600 mila euro di tributi

Logge di Braccio e cioccolateria, Eugenio Guarducci risponde al Pd

Leggiamo la nota odierna diramata dal Partito Democratico di Perugia relativa alle Logge di Braccio nella quale viene chiesta di fare “velocemente chiarezza”. Innanzitutto rileviamo che, finalmente, vengono usati dei toni pacati e rispettosi del lavoro fin qui condotto dalla nostra Società che in queste settimane è stata spesso criticata in modo aspro e strumentale. Non entriamo invece nella polemica rivolta nei confronti dell’Amministrazione Comunale che ovviamente non ha bisogno di noi per difendersi dalle critiche contenute nel Comunicato Stampa di cui sopra. La richiesta di maggiori chiarimenti non solo è comprensibile ma assolutamente legittimata dal fatto di rappresentare un parte di cittadinanza evidentemente attenta a tutte quelle questioni che attingono il tema del Centro Storico mortificato da molti anni di abbandono dovuti a diversi fattori che non spetta a noi elencare. Rispondiamo volentieri quindi alle due domande che ci sono state rivolte.

Quali interventi si stanno facendo e con quale “invadenza”? Risposta: sostanzialmente sono stati accorpati tre vani a destinazione commerciale che precedentemente venivano utilizzati a magazzino libri Edizioni Paoline, Negozio di Fiori, Outlet Negozio Sportivo (chiuso da tempo). L’accorpamento è avvenuto attraverso la demolizione di una parete divisoria non portante e tramite l’apertura di un presistente varco che negli anni era stato chiuso. Il tutto con le dovute approvazioni di Sovrintendenza e Comune di Perugia. All’esterno invece l’intervento riguarderà il ripristino della pavimentazione (mattonata) che verrà riportata allo stato originale grazie all’impiego di analoghi materiali edilizi e seguendo la stessa partitura di montaggio opportunatamente rilevata prima dello smantellamento della stessa pavimentazione danneggiata. Inoltre, sempre all’esterno, viene prevista la completa pulitura delle facciate dei locali sottostanti Le Logge di Braccio e del colonnato, il posizionamento di un sistema di videosorveglianza, l’eliminazione di tutta una serie di cavi elettrici e telefonici che deturpano la facciata, il montaggio di due insegne recanti il logo del partner coinvolto dall’operazione ed il rifacimento degli infissi esterni.

I lavori saranno effettuati da ditte specializzate nel settore del Restauro Conservativo. Il tutto con le dovute approvazioni di Sovrintendenza e Comune di Perugia. Quali spazi saranno garantiti agli avventori che non “vorranno” comprare? Risposta: Le persone avranno libero accesso a tutti gli spazi interni (cosa che fino ad oggi è stata involontariamente impedita dalla parziale chiusura dei locali stessi) e a tutti gli spazi esterni. Infatti, la disposizione dei tavolini e delle sedute esterne consentirà di continuare ad usufruire liberamente del perimetro delle sedute in travertino che da sempre hanno caratterizzato questo bellissimo spazio. Non è nostra intenzione quindi escludere la godibilità di questo luogo che potrà essere vissuto anche da coloro che si asterranno dal fare qualsiasi tipo di consumazione. Ci fa comunque piacere che anche il Partito Democratico si sia premurato di occuparsi con attenzione diquesto angolo della nostra Città che fino a qualche settimana fa non rientrava di sicuro tra le priorità di valorizzazione da parte di tanti soggetti che in questi giorni hanno esercitato un grande spirito critico e di osservazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*