Liberati (M5S), la risposta a Nevi: “Il comitato di monitaggio non funzionerà”

Raffaele Nevi

da Andrea Liberati (M5S)ndrea Liberati, capogruppo del Movimento 5 stelle, replica alle dichiarazioni del capogruppo di Forza Italia, Raffaele Nevi, designato presidente del Comitato di monitoraggio: “In assenza di chiarezza politica del suo partito – afferma Liberati – e nella sua certificata contiguità a questa vecchia sinistra, il Comitato non funzionerà, ma sarà solo uno spreco di tempo e danaro, così come accaduto in passato, e per questo già oggi è organismo totalmente delegittimato”. Liberati parla di “stolido tentativo di declassarmi a ex portaborse di ex consigliere regionale, offendendo così i tanti giovani e meno giovani che lavorano per la Regione, compreso chi collabora per lei” e ricorda a Nevi che “il sottoscritto, diversamente da altri, qualcosa della propria vita ha messo in gioco, lasciando nel 2008 proprio questo ente per cercare di crescere, coinvolto poi quale volontario del candidato presidente degli Stati Uniti: oltreoceano ho potuto osservare con rispetto quanto il mondo anglosassone sia distante da certe pratiche levantine di cui alcuni qui sono campioni. Le suggerisco caldamente simili esperienze”. “Poiché tra l’Italia e l’America – prosegue Liberati – qualcosa credo di aver appreso e poi applicato, in una cornice di rigore morale che dovrebbe connotare ogni civil servant, intendo porre queste vocazioni e attitudini a disposizione della comunità, a partire dall’illustrazione di fatti e circostanze che riguardano anche il suo ruolo di ‘oppositore’ e che esporremo domani in conferenza stampa. Singolare, infine – conclude Liberati – che le siano stati già assegnati i locali al quarto piano, da presidente del Comitato, pur in assenza di nomina formale. Il Movimento 5 stelle ‎non esprimerà pertanto alcun nome. Gli inciuci continuate pure a farveli da soli”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*