Liberati e Carbonari chiedono giustizia alla Giunta su ospedale

Si tratta dell'istanza di accesso agli atti relativi alle schede giornaliere di rilevazione dei letti

Liberati e Carbonari chiedono giustizia alla Giunta su ospedale
liberati-carbonari

Liberati e Carbonari chiedono giustizia alla Giunta su ospedale

La Giunta regionale spieghi “se ritiene di censurare quanto offensivamente dichiarato dalla direzione uscente del S. Maria della Misericordia di Perugia contro i controlli e le verifiche in campo sanitario e amministrativo portate innanzi dai consiglieri regionali del M5S nel legittimo espletamento del mandato”. Lo chiedono, con una interrogazione all’Esecutivo di Palazzo Donini, i consiglieri del Movimento 5 Stelle Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, facendo riferimento alla polemica sui “letti aggiunti” nella struttura sanitaria del capoluogo di regione. Liberati e Carbonari spiegano che “il gruppo consiliare M5S ha inoltrato alla direzione dell’Azienda Ospedaliera di Perugia istanza di accesso agli atti relativi alle schede giornaliere di rilevazione dei letti aggiunti compilate dall’infermiere incaricato presente in Pronto soccorso per gli anni 2014-2015. I dati del 2015 sono stati trasmessi, ma nella stessa nota, si precisava che ‘per quanto riguarda l’anno 2014 non si è proceduto all’estrazione in quanto richiede un tempo oneroso […], comunque possiamo dichiarare che sono sovrapponibili all’anno 2015’”. In merito alla risposta ottenuta dall’Azienda ospedaliera, i consiglieri regionali chiedono alla Giunta di sapere anche “se esistano dati ufficiali relativi al 2014, in quanto appare antitetico dichiarare che l’estrazione dei dati richieda ‘un tempo oneroso’ e, allo stesso tempo, che i predetti dati siano ‘sovrapponibili all’anno 2015’. Con quali dati storici il Bed Management e il Controllo di gestione effettuino la propria attività. A quali finalità sia indirizzata la raccolta dati, se questi non sono accessibili ai consiglieri regionali, né verosimilmente alla Giunta medesima, per comprendere le necessità del territorio in un’ottica di analisi e programmazione. Se i dati del Bed Management dell’Azienda Ospedaliera di Perugia siano o meno in relazione con quelli degli altri ospedali del territorio; e come questo sia effettivamente possibile, visto quanto segnalato poc’anzi per il 2014. Se esiste una banca dati unica al riguardo, immediatamente fruibile al pubblico, nonché alla luce del mandato dei consiglieri regionali e della loro necessità di approfondimento dei rischi cagionati ai pazienti e dei disagi provocati a personale medico e paramedico. Come mai nelle schede di rilevazione 2015 già fornite allo scrivente Gruppo, dopo il 15 giugno vengano trascritti una serie di ‘zero’ relativamente al reparto di Medicina interna scienze oncologiche”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*