Legge stabilità approvata a maggioranza, giovedì voto definitivo

L'Assemblea legislativa ha approvato con 12 voti favorevoli della maggioranza e 7 contrari dell'opposizione il Disegno di legge

Legge stabilità approvata a maggioranza, giovedì voto definitivo

L’Assemblea legislativa ha approvato con 12 voti favorevoli della maggioranza e 7 contrari dell’opposizione il Disegno di legge “Disposizione per la formazione del bilancio di previsione 2016-2018 della Regione Umbria (Legge di stabilità regionale 2016)”.

Sono stati approvati 7 emendamenti presentati dai consiglieri di maggioranza e dalla Giunta regionale, 13 emendamenti respinti presentati dalle opposizioni. 16 emendamenti sono stati ritirati e 11 decaduti. L’Assemblea legislativa tornerà a riunirsi giovedì 7 aprile, alle ore 8.30, per il voto definitivo sulla Manovra.

EMENDAMENTI APPROVATI
Presentato da Rometti (SER) – approvato all’unanimità Stabilisce che i veicoli nuovi con alimentazione ibrida, elettrica e termica, e con alimentazione a idrogeno, immatricolati per la prima volta dall’entrata in vigore della presente legge e fino al 31 dicembre 2017, siano esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale per tre anni. La copertura è indicata con lo spostamento di risorse dal programma Organi istituzionali

Presentato dai consiglieri Chiacchieroni, Solinas, Casciari-Pd – approvato con 14  voti favorevoli (12-Pd, Ser e 2-M5S) e 6 astenuti (centrodestra e civiche)
L’emendamento chiede di assegnare un contributo straordinario di 35mila euro al Cesvol di Perugia per il ruolo di coordinamento di attività che coinvolgono anche il Cesvol di Terni su tutto il territorio regionale. La copertura è indicata con lo spostamento di risorse dai Servizi istituzionali, generali e di gestione

Presentato dai consiglieri Brega, Chiacchieroni, Barberini, Smacchi Guasticchi-Pd, Rometti–Ser – Approvato con 15 voti contrari (13-Pd e Ser, 2-M5S) e 6 astenuti (centrodestra e civiche).
È la rimodulazione per allocare le risorse dei canoni idroelettrici. La nuova ripartizione dei 2 milioni di euro è: 300mila euro per il turismo, un milione e cento mila euro per l’ambiente e 600mila euro per la viabilità.

Presentato dai consiglieri Barberini, Guasticchi, Brega, Smacchi-Pd – Approvato all’unanimità. L’emendamento chiede che la Giunta coinvolga la Seconda commissione sulla destinazione dei 2 milioni di euro destinati agli enti locali in cui ci sono grandi impianti di derivazioni di acque pubbliche ad uso idroelettrico. In particolare si chiede che la Giunta, nella stipula dei protocolli con i
Comuni, debba acquisire il parere della Commissione dell’Assemblea legislativa competente in materia e trasmettere i testi degli accordi prima e dopo la stipula.

Presentato dalla Giunta – approvato con 13 voti favorevoli (13-Pd e SeR), 2 contrari (M5S) e 6 astenuti (centrodestra e civiche). Prevede che siano assegnate alla Comunità Montana Alta Umbria oltre alle risorse spettanti alla Comunità Montana-Associazione dei Comuni Trasimeno-Medio Tevere per il personale anche quelle relative all’esercizio di specifiche funzioni: bonifica dove non operano i relativi consorzi.

Sub-emendamento presentato dai consiglieri Smacchi, Barbenrini, Brega, Guasticchi-Pd (interamente sostitutivo di altri 8 emendamenti) – Approvato con 13 voti favorevoli (Pd e Ser), 5 voti contrari (centrodestra e civiche) e 2 astenuti (M5S). Il sub-emendamento prevede l’incremento di 50mila euro per le manifestazioni storiche, 25mila euro per la festa dei Ceri di Gubbio, 200mila euro per la disabilità, 50mila euro per gli interventi per infanzia, minori e asili nido, 200mila per interventi per i soggetti a rischio esclusione sociale, 50mila euro per la viabilità, 50mila per l’infanzia, minori e asili nido, 50mila per lo sviluppo e la valorizzazione turismo; spostandone 75mila da turismo, 250 da sport e tempo libero, 250mila da Sviluppumbria, 50mila da Agenzia Aur, 50mila da scuola Villaumbra.

Presentato dalla Giunta – Approvato con 16 voti favorevoli (Pd, SeR, Centrodestra e civiche) e 2 astenuti (M5S). In conseguenza decadono 3 emendamenti presentati dai consiglieri di centrodestra e liste civiche. L’emendamento incrementa di un milione di euro per i finanziamenti dell’edilizia residenziale sociale spostandoli dagli organi istituzionali; 200mila euro per la promozione e lo sviluppo delle attività sportive spostandoli dagli organi istituzionali; 75mila euro per il turismo spostandoli dalla quota interessi ammortamento mutui e prestiti obbligazionari; 50mila euro per l’agricoltura spostandoli dalla quota degli interessi di ammortamento mutui e prestiti obbligazionari.

EMENDAMENTI RESPINTI
Presentato dai consiglieri di centrodestra e civiche – Respinto con 9 voti contrari, 8 voti favorevoli e 3 astenuti. L’emendamento chiede il pieno coinvolgimento dell’Assemblea legislativa sulla
definizione dei criteri per la concessione del patrocinio legale alle vittime del decreto ‘salva banche’.

Presentato dai consiglieri di centrodestra e civiche – Respinto con 13 voti contrari e 8 voti favorevoli. Si chiede che le risorse derivanti dall’aumento dei canoni idroelettrici (3 milioni 900mila euro e non 2 milioni di euro come previsto) vengano finalizzati a progetti innovativi per l’innalzamento della qualità dell’aria, dell’acqua con riduzione degli inquinanti nei comuni con impianti
idroelettrici. La copertura è indicata con lo spostamento di risorse dalla missione Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente

Presentato dai consiglieri del Movimento 5 Stelle – Respinto con 13 contrari,  6 astensioni  e 2 voti favorevoli.  Chiede che l’aliquota Irap applicata per le società cooperative della grande
distribuzione organizzata sia pari a quella ordinaria.

Presentato dai consiglieri del Movimento 5 Stelle – Respinto con 5 contrari, 3 voti favorevoli e 13 astensioni. Chiede un sovracanone per gli impianti idroelettrici di grande distribuzione
e la destinazione per gli interventi del welfare.

Presentato dai consiglieri del Movimento 5 Stelle – Respinto con 5 voti favorevoli, 8 contrari e 7 astenuti. Chiede l’aumento dei canoni concessionari per le acque minerali da 0,001 a
0,0025 centesimi di euro al litro che arrivano a 0,004 se il fatturato medio dell’impresa negli ultimi 5 anni è stato superiore a 80 milioni di euro.

Presentato dai consiglieri del Movimento 5 Stelle – Respinto con 11 voti contrari, 8 favorevoli, 2 astenuti. Chiede che l’Assemblea legislativa si avvalga della consulenza esterna di un
professionista per la spending review e specializzato nell’efficientamento di impresa e delle pubbliche amministrazioni.

Presentato dai consiglieri della Lega Nord – respinto con 13 voti contrari e 8 voti favorevoli.  L’emendamento chiede l’incremento di 50 mila euro per la caccia e pesca,
spostandoli da Sviluppumbria.

Presentato dai consiglieri della Lega Nord – respinto con 13 voti contrari e 8 voti favorevoli.  L’emendamento chiede l’incremento di 50 mila euro per interventi in favore
degli anziani, spostandoli dagli interventi in favore degli immigrati extracomunitari.

Presentato dai consiglieri del centrodestra e liste civiche – respinto con 8 voti contrari, 8 voti favorevoli, 5 astenuti.  L’emendamento chiede l’incremento di 100mila euro per il commercio, reti
distributive tutela dei consumatori spostandoli dall’AUR.

Presentato dai consiglieri del centrodestra e liste civiche – respinto con 11 voti contrari, 8 voti favorevoli, un astenuto. L’emendamento chiede l’incremento di 100mila euro per progetti per l’export
dell’artigianato spostandoli dall’Aur.

Presentato dai consiglieri del centrodestra e liste civiche – respinto con 7 voti contrari, 7 voti favorevoli e 5 astenuti.  L’emendamento chiede l’incremento di un milione 200mila euro per l’acquisto
della prima casa alle giovani coppie spostandoli dagli organi istituzionali.

Presentato dai consiglieri del centrodestra e liste civiche – respinto con 8 voti favorevoli, 5 voti contrari e 7 astenuti. L’emendamento chiede l’incremento di 100mila euro per l’abbattimento delle
barriere architettoniche spostandoli dalle risorse umane.

Presentato dai consiglieri del Movimento 5 Stelle – respinto con 2 voti favorevoli, 12 contrari e 5 astenuti. L’emendamento chiede 200mila euro per trasporti e viabilità spostandoli
dalle relazioni internazionali.

Legge stabilità approvata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*