Lega Nord Umbria, Salvini in Umbria fa il pieno

dal Gruppo Lega Nord Umbria
Dall’euforia alla tristezza nel giro di poche ore. E’ stato un week-end dai due volti, quello vissuto dalla Lega in Umbria. Se da un lato la grandissima accoglienza riservata al segretario Matteo Salvini sia ad Agriumbria che a Spoleto dai cittadini umbri fa capire come la regione sia assai sensibile ai messaggi leghisti, dall’altra va segnalato il gravissimo episodio accaduto alla sede della Lega di Spoleto, danneggiata a poche ore dall’inaugurazione.

“Ad Agriumbria _ commentano i rappresentanti leghisti umbri _ c’è stato un entusiasmo fortissimo per la presenza di Matteo Salvini, sia da parte degli operatori del settore agricolo che dei semplici visitatori. Anche la risposta di Spoleto è stata molto soddisfacente: all’inaugurazione della sede di via XXV aprile hanno partecipato oltre 200 persone, al successivo dibattito ce n’erano oltre 550 provenienti da ogni angolo della regione”.

Salvini ha messo il dito in tutte le piaghe che affliggono l’Umbria: dalla necessità di rivedere il sistema sanitario, con la creazione di una centrale unica di acquisto e la possibilità di estendere le prestazioni agli orari serali, al deciso “no” alla trasformazione in autostrada della E-45; ma il segretario ha anche sottolineato il bisogno di collegamenti ferroviari più efficaci, di sociale e lavoro, senza negare la speranza che le aziende una volta fiore all’occhiello dell’Umbria (vedi Perugina, Ellesse, Acciaierie) tornino presto in salute.

“Unica nota negativa _ aggiungono i leghisti umbri _ è stato il traumatico risveglio di lunedì. Quando Sandro Cretoni è andato ad aprire la sede di Spoleto, ha trovato un martello ancora attaccato alla vetrata”.

La vicenda del danneggiamento è stata già denunciata alle forze dell’ordine ma resta comunque l’amaro in bocca: “Se questa è la democrazia umbra, frutto del sistema creato dalla sinistra, faremo di tutto affinché il popolo possa avere in futuro una democrazia reale e non di facciata.

I fatti di Spoleto dimostrano che la Lega sta iniziando anche in Umbria a dare fastidio a qualcuno ma non abbiamo intenzione di fermarci: dopo quella di Spoleto, apriremo nuove sedi in tutto il territorio regionale umbro, per essere sempre più vicini alla gente”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*