Lega, vile post di Marini su questioni personali Matteo Salvini

Comunque cara Marini,  sempre più presidente di pochi e  per poco, stia SERENA

Lega, vile post di Marini su questioni personali Salvini

Lega, vile post di Marini su questioni personali Salvini

TODI –  “Ieri, dopo aver partecipato al primo consiglio comunale di Todi ed aver constatato l’assenza di un solo consigliere comunale, tale Rossini, l’attenzione è stata richiamata dal post della Presidente Marini, la quale fedele al suo ruolo istituzionale di rappresentante di tutti gli umbri, si è guardata bene di augurare buon lavoro al nuovo consiglio comunale di Todi e alla nuova giunta. Tuttavia ha trovato del tempo per attaccare personalmente l’On Salvini.

Come Lega Nord Todi, non possiamo non condannare tale comportamento vile, meschino e sessista soprattutto quando tale attacco viene da chi dovrebbe rappresentare tutti gli umbri. Comprendiamo benissimo che la Marini non ha e non aveva argomenti politici per rispondere alle argomentazioni politiche illustrate dal leader della lega a Todi, ma come ci insegnano i nostri padri, la Presidente ha perso l’ennesima occasione per stare zitta dimostrando tutta la sua vera natura e il suo astio, sicuramente non consono a che dovrebbe rappresentare un’intera Regione.

Attacchi personali al segretario nazionale di un partito dimostrano soltanto che siamo vicino alla fine di un impero che ha massacrato la nostra regione .

Dopo Perugia,  ora Todi  la città natale della Marini;  bene presidente continui così, dimostri ancora una volta tutto il suo astio e la sua partigianeria, anche perché in questi anni non abbiamo avuto il piacere di vedere le sua abilità amministrative,  ma solo la sua capacità di schierarsi sempre dalla parte del più forte a scapito del popolo umbro. Comunque cara Marini,  sempre più presidente di pochi e  per poco, stia SERENA  prima o poi il popolo dirà la sua anche in Umbria.  Todi docet”.

 

Il Commissario Lega Nord Umbria Todi e i due consiglieri comunali

Antonio Aiello

Antonella Marconi

Francesca Peppucci

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*