Lega Nord, mentre il PD litiga, la sanità umbra mostra tutte le sue carenze

Mentre la Giunta si ritira dall'aula, i consiglieri della maggioranza la seguono a ruota

Elezioni Assisi, Clamoroso, Lega Nord appoggia Giorgio Bartolini

Lega Nord, mentre il PD litiga, la sanità umbra mostra tutte le sue carenze

Mentre il Partito Democratico guidato da logiche di potere, pensa soltanto a spartirsi le poltrone e litigare, la sanità umbra si rivela in tutti i suoi limiti e le sue carenze e considerato come stanno le cose, il futuro non potrà essere roseo.

Mentre la Giunta si ritira dall’aula, i consiglieri della maggioranza la seguono a ruota, mentre l’assessore alla sanità si dimette e mentre la Marini decide di non presentarsi in consiglio, sfuggendo così al confronto e mancando di rispetto a tutti i cittadini umbri, mentre accade tutto questo assistiamo impotenti al declino di un settore che dovrebbe, invece, essere sempre e comunque al centro delle attenzioni e delle preoccupazioni della politica tutta.

Noi della Lega Nord Umbria vogliamo andare oltre la questione politica e pensare a ciò che è accaduto a Terni, dove si è verificato un grave caso di meningite, con conseguenti gravi per un 51enne. Solo pochi mesi fa un’insegnante di 45 anni era stata colpita dallo stesso tipo di meningite, con conseguenze, purtroppo, nefaste.

Questo, sinceramente, è l’aspetto che più ci preoccupa di tutta questa vicenda. Vogliamo ricordare, infatti, che ormai da un mese avevamo protocollato una mozione urgente con la quale si chiedeva alla Giunta di favorire il vaccino per la meningite. Al primo consiglio regionale utile la mozione era stata rimandata, poi lo scorso martedì la pantomima della maggioranza ha rinviato ancora una volta il tutto.

Sappiamo bene che circa l’80% dei fondi provenienti dal Governo nazionale vanno a finire nella sanità umbra e sappiamo che il Pd ne ha fatto il barattolo di marmellata più gustoso da cui attingere, ma siamo anche consapevoli che tutti questi giochi di potere penalizzano i cittadini che attendono risposte, quelli destinati ad aspettare più di un anno per una visita, quelli che vengono sistemati nei corridoi di un ospedale, quelli che non possono permettersi un vaccino, quelli che sono costretti a pagare per un diritto che in realtà dovrebbe fornire lo Stato o la Regione.

La politica farà il suo corso, ma la salute e il benessere dei cittadini deve avere sempre e comunque la precedenza.

Lega Nord

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*