Lega Nord, Felicioni: “Abrogazione articolo 24 dello statuto comunale”

Elezioni Assisi, Clamoroso, Lega Nord appoggia Giorgio Bartolini

Lega Nord, Felicioni: “Abrogazione articolo 24 dello statuto comunale”
L’iniziativa presa nasce coerentemente in base alla inutilità e mancata operatività sviluppata in consiglio dai Consiglieri Stranieri Aggiunti stessi

da Michelangelo Felicioni (Consigliere Comunale Lega Nord)
In seguito alle strumentali polemiche di alcuni esponenti del Partito Democratico, intendo
rispondere per evitare ulteriori ed inutili affermazioni che fanno solo male alla città e ai cittadini
tutti.

L’iniziativa presa, con la richiesta dell’abrogazione dell’articolo 24 dello statuto comunale, nasce
coerentemente in base alla inutilità e mancata operatività sviluppata in consiglio dai Consiglieri
Stranieri Aggiunti stessi.

Questa figura che poi da anni non viene nemmeno più sviluppata in sede di Consiglio Comunale, è praticamente discriminatoria nei confronti loro.

Non hanno nessuna voce in capitolo e non possono né tenere vivo il numero legale né tanto meno hanno diritto al voto!

Una figura ridimensionata che va contro le idee e i principi dello stesso Nelson Mandela che con il carcere pagò la sua battaglia di concedere pari diritti e doveri nel parlamento sud africano che vedeva solo i bianchi potenzialmente privilegiati nell’espressione del voto.

Ritengo quindi inopportuno far continuare a svolgere un “mandato”, se così vogliamo definirlo, dove non hanno nessun diritto.

Ritengo giusto, come avviene per ogni cittadino, suggerire loro di partecipare democraticamente alle elezioni amministrative, ed iscrivendosi in una lista, prendendo voti, essere eletti ed esplicare un mandato con regolarità assoluta come tutti fanno nella massima regolarità.

Per far si che loro possano partecipare alla vita amministrativa e culturale della città, al difuori di una normale elezione, esiste comunque una “Consulta”, dove loro, nella più totale forma democratica, possono eleggere un Presidente ed un vice Presidente che, con tutta la struttura, si possono adoperare per la comunità cittadina tutta!

Regolarizzare non significa escludere ma portare democraticamente avanti con ordine il principio di comunità amministrativa sana e operativa.

Tutto il resto, tutti coloro che strumentalizzano un sistema amministrativo ordinato e regolamentato, sono solo coloro che non sanno con maturità affrontare le problematiche della città e come in questo caso, anche i diritti primari dell’uomo.

Lega Nord

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*