“Lecite le strisce blu dei parcheggi?” Aldo Tracchegiani, fa sentire la sua voce

Spoleto a che fare con il traffico nonostante la mobilità alternativa. I parcheggi di superficie, pur esistendo i parcheggi della Posterna che è l’ultimo nato, quello della “Spoletosfera”, nella parte alta della città e della Ponzianina nella parte bassa con accesso diretto alle scale mobili, con anche la “beffa” di un ponte costruito con materiali non a norma e non collaudato, poi chiuso.

In sostanza tutti i parcheggi di superficie sono occupati, principalmente le maggiori piazze di Spoleto: piazza della Libertà, Piazza Pianciani, Piazza San Filippo, e altre.
“Viene da chiedersi, ma saranno a norma tutte le strisce blu dei parcheggi di superficie? – si chiede e chiede Aldo Tracchegiani, candidato di FI al consiglio regionale dell’Umbria – Infatti, da quanto è dato sapere, le cosiddette “strisce blu” dove fioccano le multe, non sarebbero, a quanto pare, tutte regolamentari.

Al parcheggio della Posterna, ad esempio coloro che hanno attività commerciali sono costretti a pagare 280 euro l’anno mentre altri soggetti pagano solo 120 euro l’anno: perchè questi favoritismi fuori luogo? Chiediamo pertanto a chi di dovere che ci venga fornita una risposta esaustiva a riguardo, anche perché non è giusto che anche i “dimoranti”, ovvero coloro che a Spoleto – conclude Tracchegiani – hanno attività commerciali che tengono in vita la città, siano costretti a pagare dei veri e propri salassi.” /mgc

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*