LAVORO, SOLIDARIETÀ E INTEGRAZIONE LE PRIORITÀ DI “A SINISTRA PER CASTIGLIONE DEL LAGO”

Sinistra per Castiglione 15 mar 2014 2(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – In vista delle elezioni comunali del prossimo 25 maggio a Castiglione del Lago e di fronte ad un pubblico attento, sabato 15 marzo è stata presentata la lista “A Sinistra per Castiglione del Lago”, frutto dello sforzo unitario di Rifondazione Comunista e di SEL e chiaramente ispirata alla lista “L’Altra Europa con Tsipras” che parteciperà alle consultazioni europee. «La lista appoggia la candidatura di Sergio Batino a sindaco del nostro comune – hanno detto i promotori – dando la necessaria ulteriore spinta “di sinistra” per confermare e rafforzare le scelte di politica ambientale, sociale e di sostegno al lavoro già fatte negli ultimi cinque anni». «Una lista aperta alla società civile che cerca il superamento degli steccati – per l’assessore comunale all’urbanistica Nicola Cittadini, esponente di SEL – sono le linee che ci hanno ispirato. Lavoro, solidarietà, integrazione sono le nostre priorità per una crescita armoniosa ed inclusiva del comune, uno sviluppo che non lasci nessuno indietro e che possa coinvolgere tutti».

Per Oscar Monaco di Rifondazione la lista vuole interrompere la negativa tendenza a dividersi della sinistra italiana: «Occorre dare voce e rappresentanza al mondo del lavoro, alle battaglie per la pace, per i beni comuni, alla difesa dei diritti dei più deboli e per la democrazia in generale: una sinistra degna di questo nome può dare il suo contributo importante anche nel centrosinistra di Castiglione. Noi lottiamo contro il neoliberismo che ha svuotato le funzioni dei parlamenti e quindi vogliamo ribadire e rilanciare i fondamenti della nostra democrazia rappresentativa. Vogliamo poi dare voce agli stranieri che vivono e lavorano nel nostro territorio e la candidatura di Florin Vicol nella nostra lista è un segnale importante». «In Italia l’emergenza economica è drammatica – ha detto Ivano Possieri, segretario del circolo di SEL – e ricade quasi completamente sulle amministrazioni comunali. Sergio Batino conosce bene il problema e lo sta affrontando da anni come sindaco in carica. Occorre da subito potenziare gli strumenti economici per aiutare chi ha bisogno, soprattutto a livello nazionale. L’obiettivo per il 25 maggio è di vincere, superare subito il 50% senza arrivare al ballottaggio: abbiamo la possibilità di farlo». Stefano Pasquoni, segretario del circolo di Rifondazione Comunista ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento attivo di tutti i cittadini «per togliere argomenti all’antipolitica e far sì che l’amministrazione sia sentita come parte di tutti noi. Ruolo centrale ha il bene pubblico e il nostro splendido ambiente naturale. Quello che è pubblico deve tornare ad essere “di tutti” e non “di nessuno” come troppo spesso accade».

Lista A sinistra per CastiglioneIl candidato sindaco e sindaco in carica Sergio Batino ha messo in evidenza l’ottima partenza della coalizione. «Aver ritrovato l’unità del centrosinistra è un elemento della massima importanza e di grande valore che è il primo passo per unire tutta la comunità su progetti e soluzioni condivise. Non saremo costretti a fare lunghe ed estenuanti mediazioni sul programma: siamo in piena sintonia e questo è già un gran vantaggio. Lavoro, solidarietà, valore al territorio e la partecipazione democratica sono le cose dette oggi e che sono inserite nel mio programma delle primarie. A Castiglione del Lago ci sono tutte le condizioni per fare un salto di qualità completando e integrando il lavoro fatto negli ultimi 5 anni. Il regolamento edilizio, con l’abbattimento del 50% della Bucalossi per gli investimenti nei centri storici, e il nuovo Prg in dirittura d’arrivo sono due importanti strumenti sui quali si baserà il rilancio economico castiglionese: sono segnali che danno il senso concreto della nostra visione di sviluppo sostenibile del territorio. Finalmente i grandi nodi si stanno risolvendo come la riorganizzazione dei servizi sanitari e la realizzazione della variante alla 71. Noi vogliamo essere il motore del Trasimeno che deve lavorare unito e contare di più in Umbria. Castiglione del Lago può essere anche un punto di riferimento per i comuni della vicina Toscana». Sono infine intervenuti cittadini, candidati e una delegazione del Partito Democratico, alleato di “A Sinistra per Castiglione del Lago” nella sfida elettorale di fine maggio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*