Lavori somma urgenza, Rosetti, escamotage Comune Perugia per evitare gare pubbliche?

La Pentastellata di Perugia, lancia in resta, contro amministrazione

Lavori somma urgenza, Rosetti, escamotage Comune Perugia per evitare gare pubbliche?
Cristina Rosetti M5S

Lavori somma urgenza, Rosetti, escamotage Comune Perugia per evitare gare pubbliche?  PERUGIA – Continua il nostro impegno per favorire risparmi di spesa da parte del Comune di Perugia, per una gestione virtuosa dell’Amministrazione, che consenta di utilizzare al meglio le risorse pubbliche, per servizi efficienti ai cittadini. Dopo la nostra proposta sugli affidamenti diretti di lavori, servizi e forniture, che avrebbe consentito l’introduzione di norme di trasparenza sulle procedure fino a 40 mila euro e che la maggioranza ha colpevolmente bocciato, la nostra attenzione è caduta sui lavori cc.dd. di somma urgenza ovvero quegli interventi che si rendono necessari in casi di eventi calamitosi del tutto imprevedibili o in ipotesi di pericolo per l’incolumità di cose e persone.

In tali casi, la Giunta può avallare l’affidamento di lavori da parte degli uffici competenti, fino al valore di 200 mila euro, senza ricorrere alla gara pubblica. La possibilità di evitare la gara presuppone il verificarsi di esigenze eccezionali e contingenti che in nessun caso devono essere imputabili ad un deficit di programmazione o all’inerzia della pubblica amministrazione. Dalla nostra analisi è emerso che numerosi affidamenti non rispettano i requisiti di legge.

Abbiamo affidamenti diretti di valore variabile: da poche migliaia di euro fino ad importi rilevanti. Due sono finiti nel nostro mirino e ci hanno portato a chiedere l’attivazione della Commissione di controllo e garanzia per verificarne la piena legittimità oltre a possibili danni erariali: uno per un importo di 70 mila euro per la sistemazione del ponticello sulla strada Resina – Monte Acutello del fosso di Balanzano, in Via delle Comunicazioni e l’altro, per un importo di 180 mila euro, per la rimessa in pristino dei piani viabili di Via Morettini e Via Frenguelli.

In entrambi i casi, dalle perizie svolte dai tecnici, risulta ben evidente il mancato rispetto dei presupposti della somma urgenza, richiamando i tecnici stessi difetti di progettazione, come nel caso degli allagamenti di Resina, e una palese e colpevole inerzia del Comune, nel caso dei piani viabili di via Morettini e Via Frenguelli, concretizzatasi nell’assenza di interventi di manutenzione ordinaria, che ha causato un progressivo deterioramento del manto stradale, il quale, gradualmente, è divenuto non percorribile se non a rischio di pericolo per la pubblica incolumità.

La nostra analisi prosegue al fine di verificare se questo sia un modus operandi del nostro comune e quanto sia consolidato, visto che la Giunta Romizi non sembra ad oggi avervi apportato correttivi.

RICHIESTA ATTIVAZIONE SOMMA URGENZA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*